Novara: Il Parco Wall-e, un miracolo realizzato da Anna Maria Bonito – IL VIDEO

Condividi sulla tua pagina social

Sant’Agabio: “quartiere dimenticato”, è stato realizzato un parco in via Giorgio Bonola, un parco per i bambini, “pensavo di regalare un sorriso a loro e invece loro lo hanno regalato a me”, queste le parola di Anna Maria Bonito, donna residente in quel complesso di palazzi di via Bonola, una donna che non si dava pace al sol pensiero di vedere i bambini che giocavano per strada senza una guida, senza un riferimento. Ebbena, “rimboccatasi le maniche” è riuscita da sola a sensibilizzare l’intero quartiere e le autorità. All’innaugurazione del parco “Wall-e”, che prende il nome dal cartone animato preferito dei bambini, ha presenziato il sindaco di Novara Silvana Moscatelli che ha promesso il suo impegno affinchè i bimbi possano godere, nel loro “nuovo mondo” di giochi, scivoli e quant’altro godano i bimbi degli altri quartieri novaresi, spriamo solo che le promesse vengano mantenute. “Vogliamo un castello con cunicoli e scivoli” questo hanno richiesto i bimbi ad Anna Maria la quale, ai nostri microfoni evidenzia “L’anno prossimo iniziero a mettere dei soldi da parte per questo castello, non ce la posso fare da sola il prezzo è alto”. Noi ci chiediamo quanto possa costare un “castello” con questi requisiti… si tratta di quelle strutture presenti in ogni parco giochi dei quartieri novaresi, di quegli “accrocchi” dove i bimbi si arrampicano, scivolano e si divertono chiassosi… invitiamo Voi novaresi a dare una mano in questo senso o se ci legge qualcuno o enti in particolare che non hanno difficoltà a donare un “stupidaggine del genere”, si metta in contatto con noi scrivendoci a novara@live.it provvederemo a farvi contattare dalla signora Bonito che, con le difficoltà del caso ogni giorno si impegna a far giocare e monitorare i bambini nel parco con i suoi collaboratori. Potete oltretutto andare a trovarla in via Bonola, dal lunedi al venerdi direttamente sul posto dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Ringraziamento a Sandra dell’Associazione Humanitas

“Ringrazio Dio di averti conosciuta e avermi acolta nella tua associazione. So che soffri nel non poter essere al parco ma una cosa te la voglio dire: invidio chi ti è vicino perchè sei unica e fantastica, sei la mamma che tutti i bambini vorrebbero,  sei la mamma del parco wall-e.  Grazie a voi dell”Associazione Humanitas ho potuto realizzare un sogno e,  se fossimo stati ricchi, oggi la nostra opera sarebbe stata più facile da realizzare, ma noi siamo ricchi dentro e anche se non abbiamo i fondi c’e la faremo. Ti voglio bene amica mia. Baci”


Novara: Il Parco wall-e di San’Agabio
Caricato da sonoalessio. – I nuovi video di oggi.

Anna Maria Bonito