40mila euro di farmaci per le popolazioni afghane, grazie al Rotary Club Borgomanero-Arona

Condividi sulla tua pagina social

Ammonta a quasi 40mila euro il valore dei farmaci che il Rotary Club Borgomanero-Arona ha inviato nelle scorse settimane a Herat, in Afghanistan, dove è di stanza il contingente militare italiano. Il materiale, risultato di donazioni e promozioni da parte di alcune aziende farmaceutiche e raccolto grazie all’impegno di alcuni soci rotariani, verrà distribuito nel prossimo mese di agosto alla popolazione locale direttamente dagli alpini della Brigata “Taurinense”. «Il service – spiega il presidente del Rotary Club Borgomanero-Arona, Federico Poli – è iniziato alcuni mesi fa e proseguirà anche l’anno prossimo, con l’avvicendarsi della Brigata alpina “Julia” che sarà di stanza a partire dal mese di novembre. Nei giorni scorsi, inoltre, abbiamo consegnato personalmente alla caserma del 1° Reggimento di Artiglieria da montagna di Fossano (Cn) numerosi pacchi di materiale sportivo che verranno inviati a Herat per essere regalati ai bambini afghani». Presentando, nei giorni scorsi, il suo programma per l’anno sociale 2010-2011, Poli ha ricordato altre due iniziative che saranno svolte in favore delle comunità in altri Paesi: l’organizzazione di manifestazioni rivolte a sensibilizzare al progetto “Polio Plus”, con relativa raccolta di fondi per l’eradicazione della poliomielite a livello globale, e la sponsorizzazione del progetto “Uno scatto per Haiti”, che raccoglierà fondi destinati alla ricostruzione post-terremoto. «A livello locale invece – aggiunge Poli – verranno, tra l’altro, realizzati i service destinati al progetto “Lingua mater”, che prevede la redazione di un “Atlante linguistico del territorio”, la sponsorizzazione della gara automobilistica “Stresa-Mottarone” e l’organizzazione di una “mini-maratona” con fini benefici nella città di Borgomanero».