A Beppe Guilizzoni il premio Coni “Una vita per lo Sport”

Condividi sulla tua pagina social

Il Premio “A. Gorla – Una Vita per lo Sport” è il più prestigioso dei riconoscimenti cui uno sportivo novarese possa ambire in ambito locale. La targa d’onore viene assegnata ogni anno dal Coni provinciale a chi (nei vari campi in cui si può esplicare l’attività sportiva) si sia distinto per il valore e per la continuità nel tempo del suo impegno. Il premio è intitolato ad Andrea Gorla, il famoso “farmacista sportivo” (vela, bob, motonautica) che fu presidente del Coni novarese dalla fondazione, nel 1945, sino al 1981 quando scomparve. Gli subentrò poi Guglielmo Radice, altro longevo e stimato dirigente, cui è succeduto tre anni fa la medaglia d’oro olimpica Mario Armano.

Nel 2013, per la prima volta, la commissione preposta a designare chi fosse degno di ricevere il premio Gorla si è indirizzata verso il baseball e di conseguenza al suo simbolo novarese per eccellenza: Giuseppe Guilizzoni. Bisogna proprio dire che, nel suo caso, di autentica vita per lo sport si tratta, vissuta anche ben oltre i confini novaresi e con successi internazionali. Cominciò a giocare a baseball, negli anni ’50, tra i Leprotti di Milano (sua città d’origine), poi nel Pirelli, e passando dalla serie C alla serie A. Trasferito per lavoro a Novara, fondò nel 1967 il Baseball  Novara, di cui è stato negli anni, senza interruzioni, mente e braccio insieme, come giocatore, allenatore e dirigente. E inoltre campione d’Europa quale allenatore della Nazionale italiana e quinto a un Mondiale, ripetutamente (e ancor oggi) consigliere federale e dirigente in seno alla Little League International.

La targa artistica “A. Gorla – Una Vita per lo Sport” gli è stata consegnata sabato 30 novembre, in una stracolma aula magna del Liceo Classico “Carlo Alberto” di Novara, dall’assessore allo Sport del Comune di Novara, Giovanni Agnesina, e da Giorgio Gorla, figlio di Andrea Gorla e a sua volta atleta di gran valore (due bronzi olimpici e un oro mondiale nella vela). Giornata indimenticabile per il nostro Beppe. A salutarlo, in questo ennesimo successo per lui e per il baseball novarese, il general manager del Baseball Novara Alessandro Fabbri (che ha da poco ricevuto il riconoscimento “Sport Stars Event 2013” dall’Associazione Stelle al merito sportivo) e i pionieri novaresi – e coniugi da oltre 40 anni – Natalia Bandi (softball) e Paolo Bossi (baseball).

La ribalta principale della giornata Coni, che ha visto molte altre premiazioni in vari ambiti sportivi, è stata divisa da Beppe Guilizzoni con Mariangela Perna, dell’associazione novarese per sport disabili ASHD presieduta dal pluriolimpionico Giuliano Koten. La giovane Mariangela ha rappresentato l’Italia nel tiro con l’arco alle Paralimpiadi di Londra 2012 ed è stata perciò premiata dal Coni, per mano del delegato Mario Armano e della figlia di Gugliemo Radice, come “Atleta dell’Anno 2012”.

Tra gli altri premi va sottolineato quello al Porta Mortara Baseball Softball, ritirato dal presidente Giuseppe Rizzi per la promozione della squadra di softball in serie A2: un gradito ritorno del softball novarese nelle categorie d’eccellenza nazionali.