Altro pareggio per il Baseball Novara contro Piacenza

Condividi sulla tua pagina social

Lunder-21-Varalda-bene-allesterno-e-sul-monte-come-closer-300x170[1] (1)Un buon Baseball Novara 2000 Piemonte impatta contro la Rebecchi Piacenza nell’ultima giornata d’andata della Serie A federale infrangendo quella che sembrava una vera e propria maledizione del Provini, mai “espugnato” dal team di casa in questo inizio 2014. Sono state due partite tiratissime, decise da episodi che avrebbero potuto far girare in un verso o nell’altro entrambi i match. I piemontesi sono stati più consistenti in attacco e precisi in difesa, ma i piacentini sono stati più abili a sfruttare i momenti di calo dei pitcher di casa e più cinici nella fase offensiva.

Nel primo incontro si fronteggiano il temuto Bertolini e l’esperto Di Taddeo: gli ospiti iniziano subito forte e colpiscono il partente locale con Riccio, Ferrini e Cammi (doppio) e siglano 2 punti. Da qui sino all’8° inning, momento della sua sostituzione, Di Taddeo lascerà le briciole agli avversari subendo una sola valida, concedendo 4 basi per ball e colpendo due avversari, mentre il Novara, bloccato fino alla 4° ripresa dal partente ospite, si risveglia al 5° attacco, quando, su un bunt di Abbrescia, chiamato salvo, Bertolini perde lucidità e viene mandato negli spogliatoi dalla coppia arbitrale in seguito a una protesta eccessivamente veemente. Il sostituto Riccò subisce altre due valide da Varalda e Pizzorni e il Novara pareggia sul 2 a 2. Tra il 6° e 7° inning i padroni di casa non sfruttano alcune ghiotte possibilità lasciando ben 5 uomini in base e al 9° attacco, per legge di contrappasso, il giovane Tua riempie le basi subendo una valida da Ferrini, concedendo una base per ball a Cammi e una intenzionale a Carini e, poi, Pedro Guerra spariglia le carte battendo i 2 RBI decisivi per il 4 a 2 finale.

Nel secondo incontro per Piacenza è lo stesso Guerra, matchwinner della prima partita, a sfidare sul monte l’under 21 locale Costa: i lanciatori dominano assolutamente la scena, Costa, addirittura, scenderà dopo 6 riprese con una no hit, anche se con 5 basi ball, 2 colpiti e un lancio pazzo, il Piacenza riesce a segnare 2 punti, gli stessi dei novaresi che al 4° inning colpiscono duramente il partente sudamericano con due doppi di Barbero e Modica e un singolo di Fornari. Al 6° i padroni di casa mettono il naso avanti grazie ad un paio di imprecisioni difensive che consentono a Pizzorni di arrivare a casa base ma al 7° un singolo di Murari sul rilievo Visentin spinge a casa Scorsoglio per il pareggio. Il giovane Varalda, secondo rilievo, frena la verve offensiva degli emiliani, mentre il Novara all’8° inning segna due punti per merito delle valide di Boza e Modica sul neo-entrato Bacciocchi. Un po’ di patema d’animo nell’ultima ripresa con il Piacenza che si porta a una lunghezza sul 4 a 5 ma la freddezza di Varalda e una difesa attenta chiudono il match.

La prossima settimana i piemontesi recupereranno il doppio incontro della terza giornata d’andata, non disputato per maltempo,  in quel di Collecchio. La Camec si trova al momento al 3° posto in classifica ma è reduce da due inaspettate sconfitte interne contro l’Oltretorrente; è sicuramente avversario ostico ma i piemontesi di manager Costa sembrano finalmente sulla strada giusta e l’obiettivo del successo non sembra al di fuori dalla loro portata.