AMATORI RUGBY NOVARA: “CERTIFICATO DI GARANZIA”

Condividi sulla tua pagina social
STEFANO PARACCHINI - COACH

STEFANO PARACCHINI – COACH

Il Novara si impone nel big match di giornata e mette una seria ipoteca sul campionato, distanziando il Tradate di ben 9 punti. Partita rocambolesca e tutta in salita per il Novara che per 2/3 dell’incontro sembra annichilito di fronte ad un avversario forte ,ma alla portata, che ,fortunatamente per i padroni di casa ,non riesce a chiudere l’incontro quando i novaresi , in chiara difficoltà di gambe e di idee, non ne azzeccano una, consentendo così al Novara di rimanere attaccato al match e di ribaltare il risultato in un finale tutto da raccontare.

Il Novara si presenta di fronte ad un numerosissimo pubblico in formazione tipo con la sola novità di Freitas come primo centro al posto dell’infortunato Sogni e recupera Viana partente dalla panchina. L’avvio è scioccante: calcio lungo del Tradate che coglie fuori posizione Dassi e costringe Giroletti  ad un rinvio affannoso in touche. Rimessa degli ospiti , cassaforte e meta con trasformazione; 7-0 in due minuti!

Il Novara accusa il colpo e cerca di portarsi in attacco, ma si vede subito che sarà una giornata difficile. Anche se il pack, solido come sempre, garantisce  palloni da mischia ordinata e rimessa laterale, l’utilizzo dei medesimi è macchinoso e prevedibile . Infatti Quirino è un  po’ impreciso nei passaggi, mentre     Cravini  sbaglia spesso scelte ed esecuzione. A turno poi ciascuno dei nostri si esercita a perdere il pallone in avanti consentendo alla difesa  del Tradate di dormire sonni tranquilli. Cresce la frustrazione del Novara per non riuscire a riprendere il bandolo della matassa e ad agguantare un avversario che cerca di amministrare la partita e aspetta di sferrare il colpo del ko. Al 30’ su un capovolgimento di fronte per l’ennesima palla persa dal Novara , il Tradate ha un buon lancio dalla rimessa laterale. La cassaforte questa volta non funziona, ma ha buon gioco il centro avversario a trovare un clamoroso buco lasciato dalla nostra difesa  e a schiacciare l’ovale in meta. Il Tradate manca la trasformazione e il risultato si fissa sullo  0-12 . Ultimi 10’ del primo tempo in cui il Novara, in superiorità numerica per un giallo di un giocatore ospite, ci mette tanta buona volontà per muovere il proprio tabellino e riesce a portare a casa 3 punti con  un calcio piazzato di Giroletti al 35’. Il primo tempo termina 3 -12.

La pausa serve al Novara a riordinare le idee e a qualche cambiamento tattico. Coach Paracchini chiede di utilizzare un po’ di più il gioco al piede e di ripartire con gli avanti più vicino al punto di incontro.

I ragazzi entrano in campo convinti di poter recuperare, ma tutto sembra complicarsi quando Dassi  commette un avanti volontario nel tentativo di intercettare un passaggio che avrebbe lanciato in meta l’ala avversaria. Giusto cartellino giallo e Novara in inferiorità numerica.  Fortunatamente Il Tradate cicca la trasformazione e la minaccia si allontana. Il problema è che i nostri non riescono a varcare la metà campo e il nervosismo diventa palpabile. Urge correre ai ripari e Paracchini cambia la mediana : dentro Loddo per Quirino e Sikorski per Cravini, mentre Viana rimette piede in campo dopo quasi un mese al posto di Guglielmi.  All’improvviso cambia la musica che da stonata passa a melodia e poi a sinfonia. Loddo dà la scossa e rende imprevedibile il gioco del Novara e Sikorski attacca bene la linea ritrovando la giusta fluidità della manovra, mentre gli avanti ritrovano corsa , coraggio e impeto. Il Tradate viene schiacciato nella propria metà campo e subisce ancora un’altra espulsione temporanea. Entra anche Mastroianni al posto di  Dassi.  E’ il momento della riscossa: al 25’ Loddo, imprendibile, smista al largo dove finalmente Freitas viene imbeccato in velocità . Il brasileiro lanciato sfugge agli avversari e schiaccia in meta. Giroletti trasforma. Il pubblico sente che l’aria è cambiata e incita il Novara che ci crede veramente. In mischia Loretti lotta come un leone e recupera dei palloni preziosissimi che vengono utilizzati al meglio in ripetuti pick and go che mettono in difficoltà gli ospiti. Calcio di punizione per il Novara e Giroletti va sulla piazzola. Il tiro è ben diretto ma il pallone del possibile 13 – 12 si stampa sul palo . C’è ancora da soffrire: mischia per il Novara e serie di attacchi un po’ confusi ,ma efficaci che portano i nostri vicino alla linea di meta. La difesa del Tradate tiene e sembra allontanare la minaccia. Il pallone finisce tra le mani di Giroletti che , isolato, decide di tentare il drop. Il tiro viene toccato da un giocatore ospite e rimette in gioco Loretti , che si avventa tra due avversari sul pallone che ballonzola beffardo in area di meta. I due vanno a vuoto e Loretti segna la meta della vittoria, giusto premio al giocatore che oggi è stato l’anima del Novara. Tutti esultano e gioiscono per l’incredibile rimonta, coronata anche dai due punti della trasformazione di Mastroianni. Dentro Petrone per un esausto Cotroneo. Ultimi cinque minuti di recupero  che il  Novara amministra al meglio non consentendo al Tradate di trovare la via dell’attacco. Anzi è il Novara a chiudere in attacco grazie a Loddo che porta a spasso la difesa ospite e la ricaccia lontano con un bel calcio. Il Novara si guadagna un calcio di punizione a tempo scaduto . L’arbitro dice che è l’ultimo pallone e Loddo non esita a buttarlo in rimessa laterale. Fischio finale , braccia al cielo  e festa sugli spalti. Tutti corrono verso la panchina per gli auguri di compleanno a coach Paracchini . Per lui oggi, la vittoria, il miglior regalo.

Il Novara dovrà comunque rimanere concentratissimo e non dovrà commettere passi falsi per non rovinare il margine di vantaggio accumulato. Domenica prossima ultima di andata a Parabiago.

Man of the match decretato dal pubblico a “faina” Loddo, per chi scrive a Loretti. Da sottolineare il ritorno sul campo da gioco come spettatore del “nostro “  Silvio Garbati , costretto da una grave malattia a lunghe terapie di riabilitazione.  Silvio non ha voluto mancare al big match ed è stato ringraziato con una maglia da gioco del Tradate ed un pallone del Novara con le firme dei giocatori. Auguri anche a te Silvio.

Formazione: Quadraro, Cotroneo (Petrone), Vientsov, Colombo, Loretti, Fadda, Panigoni, Guglielmi (Viana), Quirino (Loddo), Cravini (Sikorski), Freitas, Medda, Mallah, Dassi (Mastroianni), Giroletti.

N.E : Barelli, Ventruto.

Allenatore: Paracchini