Andretta, Arnoldi, Gagliardi : “L’ultima occasione per la Giunta Ballarè di riparare gli errori commessi: giù le tariffe per mense, asili nido e dopo scuola”

Condividi sulla tua pagina social

Assestamento al Bilancio 2013 

andretta“Il prossimo venerdì 22 novembre la commissione consiliare che si occupa di Bilancio prenderà in esame le mozioni urgenti presentate dal nostro gruppo, che hanno l’obiettivo di costringere questa maggioranza a rivedere gli ultimi aumenti deliberati in materia di tariffe per asili nido, refezione scolastica e pre-post scuola” dice il capogruppo di “Per Novara” Daniele Andretta “Ci auguriamo che qualcosa si muova nella direzione auspicata nell’interesse di molte famiglie Novaresi. Speriamo che i membri dei partiti Pd e Sel che reggono le sorti di questa amministrazione tornino sui propri passi, rivedano le decisioni assunte in questi mesi e si facciano, con coraggio, finalmente parte attiva nel risolvere alcuni dei problemi dei nostri concittadini, molti dei quali fanno davvero fatica ad arrivare alla fine del mese ”.

“Così come si è riusciti trovare soluzione in diversi ambiti – prosegue Andretta – anche qui, trattandosi di cifre, come si è già dimostrato, sostenibili, pensiamo si debba doverosamente ritornare a discutere dell’argomento, stante le numerose lamentele pervenute ed il momento economico innegabilmente difficile che stanno affrontando i nostri Concittadini”.

“Le mozioni da noi presentate – precisa Isabella Arnoldi –  hanno l’obiettivo di annullare o in alternativa ridurre gli aumenti approvati nel Bilancio 2013.Non ammetteremo i consueti giri di parole, il tempo trascorso è stato ampiamente sufficiente per porre rimedio e trovare alternative certamente possibili. Ricordiamo che per le rette degli asili nido, basterà trovare circa 70mila euro”.

“Nonostante le aspettative riposte nei ben due incontri conciliatori tenutisi tra il Comitato dei Genitori ed il Sindaco e gli Assessori competenti – aggiunge Pietro Gagliardi – abbiamo dovuto prendere atto del fallimento della trattativa, pertanto ci sembra necessario che a confrontarsi e pronunciarsi sia il Consiglio Comunale.

“Confidiamo – concludono i consiglieri di “Per Novara” Andretta, Arnoldi e Gagliardi – che, una volta accolte le nostre istanze nella loro intierezza, cadano i presupposti per una citazione in giudizio del Comune di Novara davanti al Tribunale Amministrativo Regionale, risparmiando denaro della collettività  e negative conseguenze. Soprattutto auspichiamo anche

che a fine novembre, grazie alle opportune modifiche al Bilancio in assestamento, venga dimostrato che qualcuno abbia a cuore il problema e soprattutto voglia risolverlo”.