Armine Harutyunyan, modella vittima di cyber bullismo.

Condividi sulla tua pagina social

di Alessio Marrari

Armine Harutyunyan, modella di #Gucci, vittima di bullismo.

Bella? Brutta? Idonea o meno al ruolo, Gucci ha vinto, in un momento di ripartenza non facile. Ha trovato il giusto connubio tra moda, stile, eleganza e sensibilità verso un volto facile da discriminare dal pubblico spesso superficiale. Ha fuso le politiche aziendali ad una grande campagna di comunicazione, incentivando l’intervento dell’opinione pubblica che, di riflesso, sta sdoganando il brand su tutti i social network. Ottima mossa. La giovane modella armena sta ricevendo pesanti critiche sui social, in molti casi vere e proprie offese con tendenza al bullismo. Un comportamento, quello di molti “commentatori” del web, da condannare, pessimo esempio. La bellezza è da sempre argomento di dibattito da che mondo è mondo, sempre contesa tra pareri personali e canoni oggettivi, come fossero dei requisiti fondamentali: simmetria ed armonia per esempio, che sono mutati secondo i periodi storici, progresso e società. Ormai su passerelle e spot pubblicitari i canoni scelti sono sempre più lontani dai tratti di perfezione oggettiva a cui giornali, tv e social ci avevano assuefatti. Il blog città di Novara solidale con Armine e con l’ottimo lavoro svolto per la società Gucci.