Arrestato dai Carabinieri spacciatore nei boschi di Ghemme.

Condividi sulla tua pagina social

Nel pomeriggio di sabato 18 aprile, i Carabinieri della Stazione di Ghemme, coadiuvati dai Carabinieri Forestali della Stazione di Carpignano Sesia e dall’unità cinofila della Polizia Locale di Trecate, hanno tratto in arresto, all’interno di un’area boschiva prossima al centro abitato di Ghemme, un uomo di origini marocchine, Y.M., classe 1995, in Italia senza fissa dimora, poiché
sorpreso nell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, i militari, nell’ambito di un articolato servizio finalizzato a reprimere la piaga dello spaccio di droga nelle aree boschive tra Ghemme e Sizzano, dapprima fermavano e controllavano un soggetto italiano, originario di Gattinara (VC), il quale ammetteva di essere giunto fin lì per comprare stupefacente, dopo essersi accordato telefonicamente con il “pusher”. Dai successivi accertamenti posti in essere, i Carabinieri individuavano il luogo in cui lo spacciatore aveva dato appuntamento al cliente: giunti sul posto venivano pertanto avviate le ricerche che permettevano di scovarlo, nascosto in un cespuglio. Una volta appurato che il fermato, pur non avendo avuto la possibilità di darsi alla fuga tra la vegetazione a causa dell’improvviso arrivo dei militari, era riuscito frettolosamente a disfarsi dello stupefacente gettandolo probabilmente in un vicino corso d’acqua, i Carabinieri lo sottoponevano a perquisizione personale a seguito della quale gli venivano sequestrati quasi 1000 euro in contanti, provento dell’attività di spaccio, nonché alcuni telefoni cellulari utilizzati per accordarsi con i propri clienti. L’udienza di convalida dell’arresto si è tenuta nella giornata odierna presso il Tribunale di Novara.