Borgomanero: cittadina cinese arrestata per sfruttamento della prostituzione

Condividi sulla tua pagina social

I Carabinieri della Tenenza di Borgomanero hanno tratto in arresto D.S., classe 1967, donna di origine cinese, poiché ritenuta responsabile del reato di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Le indagini svolte dai militari nel corso degli ultimi due mesi e mezzo, hanno permesso di accertare che la donna sfruttava
sistematicamente l’esercizio della prostituzione di una sua connazionale, percependo di volta in volta il corrispettivo in denaro delle prestazioni sessuali elargite da questa all’interno dell’appartamento dove risiedeva, situato sempre nel comune di Borgomanero. Nel corso della perquisizione domiciliare condotta all’atto dell’arresto, i Carabinieri hanno avuto inoltre
modo di rinvenire e sequestrare poco più di 600 euro in contanti, provento dell’attività delittuosa degli ultimi giorni. L’indagine svolta ha avuto origine anche grazie alle circostanziate segnalazioni pervenute da alcuni abitanti di Borgomanero, a riprova dell’importanza che riveste ai fini del mantenimento della sicurezza della comunità il contributo che può fornire ogni singolo cittadino. L’arrestata è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida fissata nella mattinata odierna.