Borgomanero: piste ciclabili contromano: si, a condizione che …

Condividi sulla tua pagina social
PISTA CICLABILE

PISTA CICLABILE

Ritorna di attualità il tema delle piste ciclabili definite “contromano” cioè in senso contrario a quello attuale di marcia. La vicenda è stata sollevata dal capogruppo del Pd con una lettera al Sindaco Tinivella, all’Assessore alla Viabilità Bossi e al Comandante della Polizia Locale Tettoni.

Nella missiva si chiede esplicitamente la ˂˂realizzazione di piste ciclabile a corsie riservate sulla strade a senso unico˃˃ citando l’esempio del “ponte della Valera” che collega via Zanetti a via Scuole nei pressi dell’oratorio.

La risposta del Comandante la Polizia Locale, Ettore Tettoni non si è fatta attendere. Il dirigente puntualizza anche, con una serie di passaggi, il perché la questione non è fattibile  ˂˂le piste ciclabili – afferma evidenziando il D.M. n° 557 del 30.11.1999 – devono avere una larghezza standard di un metro e mezzo per senso di marcia˃˃ quindi  ˂˂questi spazi non si possono reperire sulle strade a senso unico pure percorribili dalle biciclette, data l’esigua larghezza delle carreggiate che devono mantenere una corsia minima di 2,75 metri per il transito dei veicoli˃˃. Si entra così nella questione “Valera”  ˂˂la larghezza della carreggiata rende impossibile sottrarre spazio per una pista ciclabile nei due sensi di marcia˃˃ l’unica soluzione diventa quindi ˂˂attraversare il ponte come pedoni utilizzando il marciapiede e accompagnando la bicicletta a mano˃˃.

A tutto ciò si aggiunge anche il parere espresso dal Ministero dei Trasporti che si dice favorevole alla “circolazione dei velocipedi nei due sensi di marcia nelle strade a senso unico” ma a condizione che i Comuni autorizzino la circolazione delle bici nei due sensi di marcia; che il tutto avvenga su strade larghe almeno 4,25 metri, in aree a traffico limitato e con il limite di 30 chilometri orari e, soprattutto in assenza di traffico pesante.

Il Sindaco Anna Tinivella si è detta “interessata” e ˂˂visto il parere ministeriale, stiamo effettuando le valutazioni tecniche relative alla possibile attuazione, in considerazione della conformità e condizione delle vie del centro storico˃˃.