Brevi da Novara

Condividi sulla tua pagina social
www.cittadinovara.com

www.cittadinovara.com

(Fonte: Corriere di Novara)

Rissa a Trecate

Prognosi ancora riservata per il 23enne originario di El Salvador che l’altra notte è stato ricoverato all’ospedale “Maggiore” di Novara per le ferite riportate in una violenta rissa scoppiata nel piazzale del Road House Cafè, lungo la strada per Trecate. Carabinieri e Polizia sono arrivati al locale verso le 4 di domenica, quando ormai la criticità della rissa stava diminuendo e i numerosi partecipanti, una ventina, erano già in fuga. Da una prima sommaria ricostruzione dei fatti sembra che a scatenare la rissa tra due gruppi di giovani, tutti di età compresa fra i 20 e i 25 anni, siano stati, oltre che qualche bicchierino, gli apprezzamenti marcati che il giovane rinvenuto ferito a terra avrebbe rivolto a una ragazza domenicana presente nel locale con il fidanzato e un gruppo di amici. Immediata la reazione del fidanzato, anch’egli di origine domenicana, che ha iniziato a colpire con violenza il giovane salvadoregno.

Finisce in un burrone con la propria auto. 

Un giovane di 27 anni, Pietro Zanoli, di Varallo Sesia, ha perso la vita in un incidente stradale nella mattinata di domenica 3 ottobre. Le dinamiche sono ancora al vaglio della Polstrada. Il giovane valsesiano era alla guida della sua auto e stava percorrendo la provinciale che porta alle Piane di Campertogno quando ha perso il controllo ed è finito nel burrone sottostante. Forse le condizioni meteorologiche, con l’asfalto reso viscido dalla pioggia, possono essere tra le cause dello sbandamento. Sul posto, immediato ma purtroppo vano l’intervento del Soccorso alpino e dei sanitari con l’ambulanza medicalizzata del 118. Pare che il giovane pare stesse raggiungendo la baita di famiglia per una domenica di lavoro e manutenzione alla struttura.

Uomo nudo trovato a Biandrate

È ancora fitto il mistero dell’uomo nudo trovato l’altro pomeriggio, domenica 3 ottobre, verso le ore 14, sulla sponda della roggia di Biandrate. A dare l’allarme, chiamando le Forze dell’Ordine, alcuni passanti che hanno visto l’individuo aggirarsi in evidente stato confusionale. Soccorso, il poveretto è stato portato al Pronto soccorso dell’ospedale “Maggiore della Carità” di Novara per gli accertamenti del caso, in quanto presentava alcune escoriazioni sul viso. Lì in ospedale, da alcune parole pronunciate a fatica, si è ipotizzato che l’uomo possa essere di origine polacca.