“Case dell’acqua”, un successo che cresce

Condividi sulla tua pagina social

Sabato prossimo l’inaugurazione delle due nuove strutture in via Fara e via Casorati

fotoSabato prossimo, 16 novembre, nell’ambito delle iniziative della “Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti” (il cui programma completo sarà ufficializzato con una conferenza stampa martedì prossimo)  il sindaco Andrea Ballarè e l’assessore all’ambiente Giulio Rigotti inaugureranno in via Fara e in via Casorati due nuove “Case dell’Acqua” realizzate dal Comune di Novara con  Acqua Novara e Vco spa.

I due nuovi impianti allargano la rete inaugurata con l’istallazione, nella scorsa primavera, della prima “Casa” in via Monte San Gabriele.

Una iniziativa molto gradita al pubblico, come dimostrano con chiarezza i dati sull’utilizzo della prima struttura istallata.

La “Casa” di via Monte San Gabriele è stata utilizzata per 178 giorni dall’inaugurazione ad oggi, ed ha erogato in totale 139.088 litri di acqua (50.899 litri di acqua liscia e 88.189 litri di acqua gassata).  La media giornaliera è di 781 litri erogati, una media, appunto tra i 1.100 litri giornalieri che rappresentano il picco massimo raggiunto nel periodo estivo, e i  644 litri al giorno, picco minimo raggiunto in questi primi giorni autunnali.

Un successo quantitativamente molto significativo, che ha risvolti ambientali di grande rilievo. Acquistando l’acqua erogata dalla “Casa”, i novaresi in poco meno di sei mesi hanno evitato di acquistare qualcosa come 92.725 bottiglie in PET da 1.5 litri, pari a 4.172  Kg di PET, che, in questo modo, non sono stati immessi nel ciclo dei rifiuti. La riduzione di questo quantitativo di PET , in termini di qualità ambientale, significa 9.597 Kg di CO2 non immessi in atmosfera e 8.342 litri di petrolio risparmiati per la produzione del PET, più di 9 autoarticolati non più utilizzati per il trasporto, 2500 litri  di carburante risparmiato e 13.952 kg di CO2 non immessi in atmosfera  per il trasporto.

Tutto questo al netto del risparmio economico per le singole famiglie: basti pensare che secondo l’Istat, il costo medio al litro dell’acqua in bottiglia è di 27 centesimi e che l’acqua erogata dalla “Casa” costa 5 centesimi