Clandestino aggredisce gli agenti della Polizia locale di Trecate: arrestato

Condividi sulla tua pagina social

È quanto accaduto nella giornata di venerdì 8 marzo, quando gli uomini della Polizia Locale di Trecate hanno fermato due uomini di nazionalità egiziana, privi di documenti di riconoscimento. Gli agenti hanno così richiesto l’intervento dell’unità cinofila: in seguito alla perquisizione personale e del loro luogo di dimora venivano rinvenuti 10 grammi di sostanze stupefacenti, già suddivisi in dosi per la vendita.
Gli stessi sono stati quindi portati presso l’ufficio Immigrazione della Questura di Novara dove è emerso che uno dei due, M.T.O. di 21 anni, risultava colpito da un provvedimento di espulsione definitivo dal territorio nazionale.
L’uomo, appreso che sarebbe stato scortato presso il CIE di Roma per l’esecuzione del provvedimento, colpiva gli agenti al fine di tentare la fuga: immediatamente bloccato, veniva tratto in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.
L’arrestato veniva quindi detenuto presso la camera di sicurezza del Comando in attesa del processo per direttissima che si è tenuto nella mattinata odierna. È stato condannato ad un anno di reclusione e verrà condotto già oggi al CIE di Bari per procedere alla sua espulsione.
Il secondo fermato, A.L.U. di 28 anni, veniva invece denunciato a piede libero per possesso di stupefacenti ai fini di spaccio.
Gli agenti feriti durante l’arresto, sono stati trasportati al Pronto soccorso di Novara dove sono stati giudicati guaribili in dieci giorni