CON I MATTONCINI LEGO, BASTA POCO…

Condividi sulla tua pagina social

di Paolo Pugni www.paolopugni.it  La forza delle soluzioni senza l’arroganza del solutore.

PAOLO PUGNI

PAOLO PUGNI

Basta poco.
Cioè no. Pochi mezzi ma tanta creatività.
E coraggio.
Lo avevano già fatto questi ragazzi impudenti che hanno in comune una solida formazione ottenuta presso le scuole Faes di Milano. Era qualche anno fa: Niccolò Mardegan si inventa uno spot fuori dal comune, che parla di vecchiaia e di amore senza tempo, nato sui banchi di scuola, parla di malattia e di una vita spesa insieme.
Ed è subito successo: il video viralizza e spacca il monitor diventando uno dei più cliccati di sempre in Italia. E nascono i CRIC, una agenzia pubblicitaria che fa della qualità e dei valori il proprio punto forte.
E siccome le persone intelligenti, ma dentro in profondità, sono sempre generose Davide e Clemente De Muro pensano a condividere con altri la loro passione, a mettere a disposizione di ragazzi più giovani, loro che a stento arrivano a trent’anni, le loro conoscenze e mezzi per aiutarli a raggiungere i sogni (e questo un un mondo competitivo: ma forse qui la socialità che nasce in rete è davvero salda perché costruita su valori millenari). Sono i cosiddetti Cricchini, i pulcini della pubblicità e del cinema.
Tra questi Marco Costa e Letizia Pugni che i mettono in testa una idea curiosa: raccontare i Promessi Sposi con mattoncini Lego e la tecnica dello stop motion.
E quello che viene fuori è questo delizioso video che illumina con lo sguardo di una bambino una storia d’amore e di dolore, capace di intrigare oggi come due secoli fa.