CON LE OPERE VIVENTI DI NATALI GRUNSKA, LA RUSSIA SBARCA A ORIGGIO (VA)

Condividi sulla tua pagina social

DI GIOVANNI MARMINA

serata bianca (12)La Russia sbarca a Origgio, alle porte di Milano, con le opere viventi della grande artista ucraina Natali Grunska, protagonista con la sua body art di un originale evento enogastronomico creato dal pluripremiato chef del ristorante Villaverde a pochi giorni dal Natale. Una sensazionale serata all’insegna del bianco, da quello degli abiti dei commensali a quello dei colori utilizzati dalla pittrice per decorare il corpo di tre avvenenti modelle. In tavola prelibatezze e leccornie della tradizione sovietica, dalla zuppa borsh agli oladuschi con uova di salmone, dal pesce in salamoia con anelli di cipolla allo stufato di cavoli bianchi, dai ravioli di carne alla siberiana all aspic di carne con salsa “hren”. E il tutto accompagnato da vodka di ottima qualità.

L’iniziativa, intitolata “Serata Bianca” rientrava nel ricco calendario di eventi organizzati in vista del Natale e fa parte di “Seven Nights”, il programma di serate a colori ideato dallo chef Simone Furlani per ravvivare le serate origgesi. “Sette serate come i colori dell’arcobaleno, con un menù ricco e gustoso a prezzi calmierati per sfidare la crisi – racconta proprio lo chef – abbiamo dato vita alle serate a colori per proporre qualcosa di diverso da ciò che viene offerto normalmente alla clientela e i riscontri sono molto positivi. Ogni sera proponiamo un menù particolare, il leit-motiv è il colore e i clienti arrivano vestiti a tema. La partecipazione è ottima, la clientela arriva da Piemonte e Lombardia, segno che abbiamo fatto centro”.  A dare un tocco di gusto ed eleganza alle serate, la direzione artistica di Natali Grunska, nota per la sua originalissima body art e reduce da importanti esposizioni in Europa e nel mondo.