Con “rumors” cala il sipario sul palco del Teatro Sant’Andrea del “Teatro Instabile”

Condividi sulla tua pagina social

Cala il sipario al Teatro Sant’Andrea di Pernate. Il cartellone 2016-2017, dedicato alle compagnie amatoriali del territorio, si chiude sabato 18 marzo alle 21 (replica domenica 19 alle 16, con posti ancora disponibili) con la compagnia “Teatro Instabile” e la commedia brillante di Neil Simon “Rumors” (nella traduzione di Maria Teresa Petruzzi), un giallo che ingabbia i protagonisti in una serie di equivoci e bugie da loro architettati. Sul palco Davide Truffa, Giulia Pisani, Riccardo Buonacasa, Martina Brusa, Martina Ciampi, Eleonora Marelli, Rita Cozzolino, Manuel Mancin, Chiara Cielo Longobardi e Stefano Mazzoni. Un gruppo di giovani uniti dalla passione per il teatro è diventato una compagnia a tutti gli effetti. E continua a salire sul palco con lo stesso entusiasmo di sempre. «Per noi – spiega Davide Truffa – è ormai una consuetudine presentare il nuovo spettacolo a Pernate. È così da qualche anno. E sabato sarà la prima di “Rumors”. Con tutte le ansie che porta un debutto. Speriamo che questa ansia si trasformi in qualcosa di positivo: ogni volta, nell’ultimo periodo, siamo sempre più forti e combattivi sul palco per tirare fuori la grinta e portare a casa il risultato. L’importante è divertirsi e far sorridere il pubblico. Questo l’obiettivo del gruppo che vuole offrire agli spettatori due ore di divertimento e relax». Ora tocca a “Rumors”: «Lo spettacolo – ancora Truffa – si inserisce nella stessa linea degli altri anni. Per mantenere il nostro stile e far ridere. I personaggi sono al centro di una vicenda scandita da equivoci e bugie per offrire una farsa i cui protagonisti, Charley e Myra Brock, sono assenti. Ed è proprio questa assenza che complica i dialoghi e le relazioni tra i personaggi in scena, rendendoli sempre più tesi, comici e paradossali. Gli ingredienti sono pochi e ben coordinati: uno sparo, il vicesindaco di New York, nonché padrone di casa, in un lago di sangue, la moglie e la servitù introvabili, quattro coppie di ospiti sole di fronte ad uno scandalo. Sole, in una casa che fa tremare le loro posizioni sociali, le coppie si fronteggiano e duellano per evitare di essere coinvolte nello scandalo che minerebbe tutti i privilegi acquisiti con il loro personale successo. Una graffiante satira di costume».
Doppio spettacolo in via Turbigo 8. Biglietti a 10 euro l’intero; ridotto studenti a 5 euro; ridotto over 65 a 7 euro. Per le prenotazioni scrivere a prenotazioneonline@cinemapernate.it.