Cusio e Colline Novaresi Su RAI Uno

Condividi sulla tua pagina social
Colline Novaresi si Rai Uno

Colline Novaresi si Rai Uno

Dopo il successo della cena di gala in onore di Miss Italia, le eccellenze enogastronomiche del Cusio e delle colline novaresi tornano in vetrina sulle reti Rai. Si parlerà di uva, di riso, di gorgonzola, bettelmatt, funghi e di salumi della tradizione, nel corso della trasmissione “Occhio alla Spesa”, in onda venerdì dalle ore 11 su Rai Uno.
Ieri sera la registrazione, con vigne illuminate a giorno per immortalare le varie fasi della vendemmia e, a seguire, cena a base di prodotti locali realizzata dal campione di risotti Paolo Viviani. Le troupe televisive, arrivate sul lago d’Orta e a Ghemme nel tardo pomeriggio, hanno intervistato il presidente del Consorzio Cusio Turismo Andrea Giacomini e quello di Coldiretti Piemonte Paolo Rovellotti.
“Tutto è nato in occasione delle finali nazionali di Miss Italia, a Salsomaggiore – spiega proprio Andrea Giacomini – i profumi e i sapori del nostro territorio hanno conquistato ospiti vip e giornalisti, che hanno deciso di venire a toccare con mano la nostra realtà”. Dunque un’occasione in più per comunicare il territorio, partendo dall’enogastronomia. La trasmissione “Occhio alla Spesa” si occupa infatti di promuovere il made in Italy attraverso i prodotti della spesa quotidiana.
Nel caso della puntata di venerdì, regina in tavola sarà l’uva delle colline novaresi, nelle varietà Erbaluce e Nebbiolo. “Le telecamere di Rai Uno hanno ripreso la vendemmia e le prime fasi della vinificazione – spiega il presidente di Coldiretti, Paolo Rovellotti – dalla raccolta alla diraspatura, fino alla lavorazione del mosto e al passaggio nelle cisterne, prima dell’inserimento nelle vasche per la fermentazione”.
Non solo uva da bere: nella puntata di venerdì, ci sarà spazio anche per un risotto insolito e particolarmente stuzzicante. “Per l’occasione – spiega lo chef dell’hotel San Rocco di Orta Paolo Viviani – ho preparato un piatto che abbina i funghi porcini, raccolti nelle montagne attorno a Madonna del Sasso, all’uva di Ghemme. Una portata semplice e al tempo stesso raffinata, grazie alla qualità dei nostri prodotti”. Per finire, degustazione di salame della douja e fidighina, e a seguire gorgonzola e tome valsesiane, accompagnante dalla degustazione di un ottimo passito di erbaluce prodotto dalle cantine Rovellotti.