Da Opificio è L’ora del patè, della solidarietà, della moda e dell’artigianato 15 dicembre dalle 11.00 alle 19.30

Condividi sulla tua pagina social

tubiniUna domenica prenatalizia nel segno del patè. Così all’Opificio – Cucina & Bottega in Via Gnifetti 45/a a Novara domenica 15 dicembre alle 16 si dà appuntamento per la presentazione di un libro tutto da gustare: L’ora del patè a cura di Alessandra Gennaro, con illustrazioni di Roberta Sapino e fotografie di Sabrina de Polo (edito da Sagep Editori, collana I libri dell’MTChallenge). Come il titolo suggerisce il libro contiene oltre 80 ricette di paté, create appositamente dai più famosi foodblogger d’Italia, racconta aneddoti, curiosità e suggerimenti e dà ampio spazio anche a un assortimento di pani, cracker, grissini, burro e composte per gustare al meglio i paté. Con questo primo volume nasce la collana “I libri dell’MTChallenge”, sviluppo su carta della sfida di cucina più popolare del web (www.mtchallenge.com) che conta ad oggi un archivio di oltre 5.000 ricette inedite. L’mtchallenge è una sfida culinaria sul web, nata per iniziativa di Alessandra Gennaro, nel maggio del 2010 e liberamente ispirata a The Daring Challenge: attualmente, è il gioco in rete più grande d’Italia. Coinvolge una community di 150 membri che partecipano assiduamente a ogni gara, oltre ad un pubblico molto più ampio di lettori affezionati e di osservatori interessati, anche fra i Media che si occupano di cibo.

Acquistando il libro si sostiene, inoltre, progetto Cuore  di  bimbi, la onlus nata nel 2000, per iniziativa dell’ingegner Goffredo Modena, la fondazione si propone di dare un aiuto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione, che hanno subito violenze fisiche o morali e garantire loro l’opportunità e la speranza di una vita degna di una persona, nel mondo e in Italia. Sono 71 i Paesi del Mondo in cui la Fondazione interviene, realizzando progetti mirati, concreti, nati per rispondere a emergenze reali e portati avanti con abnegazione, serietà e competenza. Fra questi, appunto, c’è “cuore di bimbi”, attivo dal 2005 in 10 Paesi, che ha permesso ad oggi di salvare la vita a 857 bambini altrimenti condannati da gravi cardiopatie congenite, con esiti spesso letali. La  Fondazione  opera  nella  più  assoluta  trasparenza,  nella convinzione  che  sia  doveroso certificare    ogni  voce  con  la  massima  chiarezza,  in  un dialogo  continuo  che  unisce  chi  è desideroso  di  fare  del  bene  con  chi  ha  la  possibilità  di farlo  in  modo  concreto,  rispettoso  e

consapevole di muovere nella stessa direzione: quella dell’aiuto alle tante vittime di questo mondo, rese ancora più indifese dall’essere bambini.

Alla presentazione di L’ora del patè faranno da cornice due realtà creative della nostra provincia: Tubini di Valeria Bosco e La tribù dell’arte di Raffaella GianiDalle 11 alle 19.30, infatti, il locale sarà allestito con le creazioni delle due artiste galliatesi. La prima esporrà abiti e accessori in tessuti tinti e decorati a mano, realizzati in serie limitata. Valeria Bosco tinge e decora a mano tutti i tessuti delle sue creazioni, con colori e disegni mai uguali fra loro. Tingere è per Valeria un’espressione profonda di sé, non semplicemente “colorare”, ma trasformare i materiali, unendo abilmente tecnica ed istinto. Lavorare con le mani per dare forma alle emozioni. Un grande lavoro di tecnica e ricerca per capi unici, proprio come le donne che li indosseranno. Raffaella Giani mostrerà i “pezzi” del suo negozio di antiquariato, oggetti e arredamenti. Selezione e ricerca di mobili antichi di provenienza italiana. francese, inglese ed una scelta anche di mobili etnici sono alla base della proposta di Raffaella. Tutti i capi d’abbigliamento e gli oggetti proposti saranno in vendita.

Cucina, libri, moda e arte, molti motivi per scegliere di passare da Opificio, un luogo che unisce la ristorazione di qualità alla bottega, nella quale è possibile fare acquisti scegliendo tra tanti prodotti, tra cui una selezione di prodotti Eataly e Vinolibero. “Uno spazio aperto e accogliente, dove trovarsi per un aperitivo, una degustazione o una piacevole serata tra amici. Uno spazio creativo e traboccante di fantasia, dove musica, arte, cinema e teatro sono decisamente di casa”, proprio come scritto sul sito da pochi giorni online www.opificionovara.it