DECEDUTA PAOLA GIACOTTO, DI BELLINZAGO NOVARESE, MAMMA DEL BIMBO COSTRETTO A VIVERE SUL MARE CAUSA RARA FORMA D’ASMA

Condividi sulla tua pagina social

 

PAOLA GIACOTTO E NIKI

PAOLA GIACOTTO E NIKI

E’ morta  la donna che da Bellinzago, nel 2003, ha deciso di vivere in mare, insieme al marito, Paolo Frascisco, per salvare il figlio, Niki, da una grave forma di asma. I funerali di Paola Giacotto si sono svolti ieri a Gaeta. Sul mare della città latinense la donna si è spenta. Lottava da tre anni contro il cancro.

Come scrive “Il Giorno”, tutto è iniziato con la nascita di Niki, nato in una incubatrice a causa di una forma congenita di asma. A 4 anni il bimbo va alla scuola materna ma non riesce a reggere più di due ore. Prima il cortisone e poi l’adrenalina per la cura. Una vita impossibile che solo il mare può mitigare. E’ quanto dicono i medici. Così Paola, già skipper e sub, decide con il marito di vivere in mare. Frascisco allora insieme ai fratelli costruisce “Walkirye” nel giardino di casa.

Nel 2003, il 24 maggio, inizia la grande avventura sulla loro barca costruita con i risparmi di una vita. Il bimbo prosegue gli studi sulla barca in videoconferenza mentre la famiglia trova un guadagno attraverso l’associazione Walkirye Adventures, facendo attività legate alla didattica con il collegamento satellitare.

La storia di Paola è stata trasposta anche in tv, in una fiction con protagonisti Vittoria Belvedere e Beppe Fiorello.