Disperso e ferito nei boschi del Monte Fenera viene trovato e soccorso dai Carabinieri.

Condividi sulla tua pagina social

Nel pomeriggio del 02 novembre u.s. i Carabinieri della Stazione di Romagnano Sesia (NO) intervenivano in soccorso ad un 33enne di Grignasco (NO) che, avventuratosi alla ricerca di funghi nella vasta area boschiva del Monte Fenera, era scivolato e si era infortunato, perdendo inoltre successivamente l’orientamento. L’uomo, per sua fortuna, aveva tuttavia con sé il telefono cellulare col quale riusciva a contattare il “112”, spiegando l’accaduto e richiedendo soccorso, precisando che aveva anche oggettive difficoltà a muoversi a causa di una contusione alla caviglia che si era probabilmente slogata. La Centrale Operativa dei Carabinieri di Arona avviava e coordinava così immediatamente le ricerche dello sventurato, inviando innanzitutto sul posto i militari della Stazione Carabinieri di Romagnano Sesia, competente per territorio. Costoro, tenendosi sempre in contatto col ragazzo mediante il telefono, cercavano innanzitutto di circoscrivere con maggior precisione l’area in cui lo stesso si era perduto, anche mediante l’attivazione delle sirene delle auto di servizio: in questo modo il disperso poteva fornire utili indicazioni ai Carabinieri per far loro capire se si stavano avvicinando o meno all’obbiettivo. Una volta localizzata quindi, di massima, la zona in cui il soggetto pareva trovarsi, i militari iniziavano ad arrampicarsi a piedi nell’impervia boscaglia, fino ad individuarlo dopo quasi due ore di ininterrotte ricerche. A questo punto i Carabinieri trasportavano il ragazzo fino alla più vicina strada carrozzabile, ove poteva finalmente essere soccorso da personale sanitario del “118” per poi essere accompagnato all’ospedale di Borgosesia per le cure mediche del caso.