Dopo il nuovo bosco a Sant’Agabio, ecco gli aceri delle scuole

Condividi sulla tua pagina social

Parco v.Redi_s.p.ThouarProseguono le iniziative legate dalla Giornata Nazionale dell’albero con la piantumazione di alberi “intitolati” alle scuole nei parchi cittadini

A fine novembre sono stati messi a dimora 500 alberi in Strada Prelle, nell’area nord est della città, dando origine ad una zona boscata che va ad aumentare la superficie del “polmone verde” di Novara.

Un gesto che ha avuto anche un carattere di grande partecipazione e coinvolgimento di soggetti diversi, per sottolineare la condivisione e la corresponsabilità rispetto ad un tema così sentito come quello della qualità ambientale.

Ma le iniziative correlate alla Legge numero 10/2013, istitutiva appunto della “Festa dell’albero” per il giorno 21 novembre, non si sono esaurite qui.

A partire dal 25 dello scorso mese è iniziata infatti la piantumazione di 20 aceri (“Acer rubrum”)  nei parchi vicini agli istituti scolastici.

Dieci di questi alberi sono già stati messi a dimora nell’ambito del progetto “Occhio al Parco”, volto alla valorizzazione delle aree verdi adiacenti ai plessi scolastici al fine di prevenire gli atti di vandalismo. Il progetto, finanziato dalla “Fondazione della Comunità Novarese”, annovera tra i promotori associazioni quali Legambiente, FAI, Pro Natura, Amici della Bici, Scuole in Rete per l’Eduicazione Ambientale, Auser oltre a diverse aziende locali che hanno fornito l’importante supporto tecnico necessario alle piantumazioni.

I primi dieci “Acer rubrum” hanno trovato dimora al Parco di Santa Rita (la pianta è stata intitolata alla scuola primaria Giovanni XXIII), al Parco di Via Boves (scuola dell’infanzia di Vignale), Parco di Via Redi (scuola primaria Thouar), Parco di Largo Cantore (scuola di infanzia di San Rocco), Parco di Via Foscolo (scuola di San Rocco), Parco di Via Parini (scuola primaria Calvino), Parco Mussi (scuola di infanzia Bottacchi), Giardino del Mondo (scuola primaria Levi), Parco di Via Prestinari (scuola primaria Buscaglia) e al Parco delle Betulle (scuola primaria Bottacchi).

Le iniziative proseguono il 3 dicembre con l’intitolazione dell’acero del Parco di Via Calderara alla primaria Rigutini e di quello del Parco Coblenza alla primaria don Ponzetto. Mercoledì 4 in calendario la “intitolazione” dell’acero del Parco Muccioli alla primaria Galvani e di quello del Parco Mercoli e Via Aosta alla primaria Fratelli Di Dio. Giovedì si prosegue con l”Acer rubrum” del Parco Coccinelle abbinato alla Media Fornara e quello del Parco Bellaria alla primaria don Milani. Si chiude venerdi 6 con il ‘gemellaggio’ del Parco dei Merli con la De Amicis e del Parco di Via Sforzesca con la scuola di infanzia Agazzi e la scuola primaria Rodari.