EasyJet offende la Calabria: «Senza turisti per mafia e terremoti»

Condividi sulla tua pagina social

Di Alessandro Berardi

Doveva essere uno spot per visitare la città di Lamezia Terme e la Calabria, invece si è trasformata in una pubblicità discriminatoria.

Quanto apparso (e poi rimosso) nella sezione “ispirami”, sul sito web della nota compagnia aerea low-cost EasyJet, ha generato tante polemiche e indignazione.

All’interno dello “spot” (se così lo si può definire), il nome della Città di Lamezia e dell’intera Regione Calabria è stato associato a “mafia e terremoti”, con conseguente umiliazione per il territorio e per tutti i cittadini:

“Per un assaggio autentico della vivace vita italiana, niente di meglio della Calabria.

Questa regione soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti – e la mancanza di città iconiche come Roma o Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram”.

Le scuse della compagnia

Attraverso un comunicato, pubblicato sui propri canali ufficiali, la compagnia svizzera è corsa ai ripari, scusandosi per l’accaduto:

“EasyJet si scusa apertamente con tutti i calabresi e la Regione Calabria per la descrizione contenuta nella scheda informativa all’interno del sito. L’intento originale del testo era sottolineare quanto la Calabria sia sottovalutata all’estero da un punto di vista turistico.

La Calabria è una terra per noi molto importante, che amiamo e che promuoviamo da sempre con numerosi voli su Lamezia Terme. Ne è una dimostrazione anche il fatto che il primo volo del 15 giugno – che coincide con il ripristino delle operazioni post lockdown – è stato quello verso l’aeroporto di Lamezia Terme.

Abbiamo provveduto immediatamente a rimuovere il testo in questione e avviato un’indagine interna per capire l’accaduto e fare in modo che non accada mai più”.

 

Le reazioni del Sindaco di Lamezia, della Regione Calabria e del Ministro per il Sud

 

Paolo Mascaro – Sindaco di Lamezia Terme: “Ho appreso con sgomento ed incredulità che sul sito web di EasyJet il nome della Città di Lamezia e dell’intera Regione Calabria è stato, sia pure solo temporaneamente, associato a “mafia e terremoti”, con evidente conseguente umiliazione per il territorio e per tutti i cittadini.

EasyJet dimentica che la comunicazione dovrebbe essere, come ricorda il codice deontologico che ne orienta l’iter, “l’impegno morale di amare, cercare, servire la verità” oltre, naturalmente, il naturale riferimento a valori antropocentrici, dalla “promozione della felicità umana alla realizzazione della giustizia”.

L’infondata accusa ricevuta gratuitamente dalla nostra città, e con essa da tutto il territorio regionale, non può minimamente inficiare l’immagine della Calabria quale terra di straordinaria bellezza, naturale ed artistica.

Quanto riportato ferisce il nostro senso di appartenenza ma ciò non deve, per un solo istante, fermare il nostro lavoro di promozione delle risorse comunali e regionali che giorno dopo giorno conquistano importanti risultati.

È di pochi giorni fa, infatti, la notizia dell’inclusione della città di Lamezia Terme nel circuito dell’iniziativa “R-Estate in Italia” che l’Amministrazione Comunale vuol condividere con estremo gaudio.

R-Estate in Italia (vacanze 2020) è una iniziativa promossa e sponsorizzata dall’Unsic (Unione nazionale sindacale imprenditori e coltivatori) che invita a trascorrere le proprie vacanze per l’estate 2020 in Italia, paese dalle tante meraviglie, e sostenerne la vitalità economica così duramente provata dall’emergenza Covid-19.

Per l’occasione, è stata disegnata una cartina geografica di mete attrattive di prestigio, selezionando oltre 650 località, 20 per ogni regione più i capoluoghi di provincia e le 55 località preservate dall’Unesco.

Ed è nella suggestiva terra di Calabria che l’attenzione è stata rivolta anche alla nostra città, individuata per le sue peculiarità culturali come sito appunto di storicità.

La voce “Lamezia Storica” segnata con il colore rosso, elemento cromatico che rimanda alla passione, linfa della nostra terra, segna appunto, uno degli importanti itinerari consigliati.

Sia questo simbolico traguardo, sprone e monito a credere nella bellezza della nostra città, a fare squadra e lavorare per rilanciarla in tutta la bellezza che la contraddistingue.

Respingiamo, quindi, con fermezza l’immagine ricca di pregiudizi che ancora una volta tenta di frenare la crescita e lo sviluppo delle nostre Comunità che non possono accontentarsi di tardive lacrime di coccodrillo se non accompagnate ad un vero e reale mutamento della visione della nostra terra, tanto bella quanto solidale e generosa”.

Jole Santelli – Presidente Regione Calabria: “La descrizione che EasyJet fa della Calabria è offensiva, distorta e dal chiaro sapore razzista. I calabresi meritano rispetto. Prendiamo atto delle scuse pubbliche della compagnia aerea, che ha provveduto a modificare il testo originariamente apparso sul sito.

Credo che il modo migliore per rimediare a una gaffe senza precedenti, sarebbe quello di incrementare in modo considerevole i voli per consentire ad ancora più turisti di scoprire le infinite meraviglie di una terra che stupisce e merita solo di essere ammirata”.

Giuseppe Provenzano – Ministro per il Sud: “Chieda scusa, alla Calabria e all’Italia. Non c’è altro da aggiungere”.

 

Le reazioni dalla politica

 

Luigi Di Maio – Movimento 5 Stelle: “La compagnia aerea EasyJet ha già rimosso queste frasi inopportune e chiesto scusa per un’uscita a dir poco infelice. Ne prendiamo atto.

Ma non è la prima volta che qualcuno prova a descrivere l’Italia e le nostre regioni con tanta sufficienza. E questo non va bene.

La nostra è una grande terra e, diciamocelo, molti ce la invidiano. Anche sul fronte dei flussi turistici qualcuno inizialmente aveva pensato di aprire dei corridoi per penalizzarci, o più banalmente per provare a vincere facile. Noi siamo intervenuti e con determinazione abbiamo messo le cose in chiaro, ottenendo il risultato che ci aspettavamo.

Quel che però in generale trovo di cattivo gusto è pensare di poter attaccare un popolo, il nostro, che nel corso della sua storia la mafia l’ha combattuta eccome. Un popolo che sotto i colpi della mafia ha visto morire i propri cari, che ha saputo con estrema dignità rialzarsi davanti allo choc di un terremoto e che ora sta facendo lo stesso dopo la crisi sanitaria che abbiamo affrontato.

Ecco, proprio alla luce di ciò che abbiamo dato fino ad oggi, episodi di questo genere non sono tollerabili e non potevo restare in silenzio. C’è modo e modo per dire le cose.

EasyJet, come ho già detto, si è scusata ed è un bene.

Un abbraccio alla Calabria e a tutte le persone oneste e perbene”.

Stefano Graziano – PD: “La descrizione fatta da EasyJet della Calabria era una vergogna assoluta, bene ha fatto la compagnia aerea a chiedere immediatamente scusa, rimuovere lo scritto e avviare una indagine interna.

Da campano che ha imparato ad amare le bellezze di questa terra consiglio a turisti italiani e esteri di non cadere nei facili stereotipi e di visitarla. La Calabria è terra di storie, eccellenze e un mare bellissimo”.

Matteo Salvini – Lega: “È incredibile e inaccettabile che sul sito di una compagnia aerea come EasyJet sia apparsa una descrizione infamante della Calabria, che come hanno segnalato alcuni media locali è definita come fantastica, con quella sua ‘evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti’. I calabresi e tutti gli italiani meritano rispetto assoluto: pretendiamo chiarimenti e scuse immediate!”

Giorgia Meloni – Fratelli D’Italia: “Offese inaccettabili contro la Calabria e l’Italia quelle contenute sul sito di EasyJet.

Alla compagnia, che ha annunciato la rimozione della vergognosa scheda, chiediamo le scuse nei confronti dell’Italia intera”.

Mariastella Gelmini – Forza Italia: “Una campagna marketing schifosa, che insulta i calabresi e un intero territorio. Al di là delle scuse, adesso mi aspetto soprattutto qualche volo in più da e per la Regione. La Calabria è una terra meravigliosa, sono stata a Reggio a gennaio e spero di tornarci presto”.

 

Secoli di storia hanno lasciato tracce in tutti i luoghi della Calabria, ma non sul sito di Easyjet.

Proprio in questo periodo che si parla tanto di razzismo e discriminazione, Easyjet ha pensato bene di lanciare questo messaggio, attraverso quello che doveva essere uno spot per il turismo: davvero un bel modo per cercare di far ripartire l’economia nel nostro paese.