Federico Binatti: “Perché ho deciso di aderire al Nuovo CentroDestra di Alfano”

Condividi sulla tua pagina social

SAM_2894È una nuova e appassionante avventura quella che mi aspetta. Il Nuovo Centrodestra di Alfano è nato da poche settimane, abbiamo da poco un simbolo e una sede, ma soprattutto la forza delle nostre ragioni e il radicamento fra la nostra gente, quel popolo di moderati che si sente rappresentato dal centrodestra.

Mi chiedono spesso il perché di questo nuovo Partito.

Come ha ben detto Angelino Alfano siamo in un governo con la sinistra, ma è sufficiente leggere la rassegna stampa delle ultime ore per rendersi conto che se non ci fossimo noi, la sinistra riterrebbe normale legalizzare la canna, i matrimoni e le adozioni ai gay e spalancherebbe le frontiere. Questo è il riformismo della sinistra, il loro universo valoriale. Noi stiamo dall’altra parte. Noi siamo al governo per realizzare alcune cose importanti in questi 12 mesi e per fare da scudo alle cose che la sinistra farebbe se non ci fossimo noi.

Con responsabilità il Nuovo CentroDestra ha voluto costituire questo governo eccezionale perché eccezionale è il momento di crisi che sta attraversando l’Italia, ed eccezionale è il compito che ci siamo presi insieme, tra forze politiche diverse e alterative, e che torneranno a essere alternative, il compito cioè di tornare a mettere il segno più davanti all’indicatore del nostro Pil, il compito di far ripartire l’economia, di tornare a dare speranza e lavoro alle famiglie, ai giovani, alle imprese. Chiediamo solo di essere giudicati sui fatti.

C’è un secondo motivo per cui ho fatto questo passo. Il Nuovo CentroDestra vuole essere radicato sul territorio, vuole esser un Partito, con una piccola sede nazionale e tante sedi locali dove il potere è dato a chi partecipa, a chi si impegna, a chi lavora sul territorio incontrando i bisogni della gente, agli eletti. Abbiamo questa ambizione e questo obiettivo: aprire un circolo in ogni comune della Provincia di Novara ed ovviamente nei prossimi giorni ufficializzeremo il primo circolo anche nella nostra Città.

A Trecate è nata una squadra, una squadra che gioca con il blu: giovani, amministratori, tante persone con esperienza e moltissime altre che si avvicinano con entusiasmo per la prima volta alla Politica. Tutti uniti in questa nuova avventura. Persone provenienti dal mondo del lavoro, delle professioni, dell’associazionismo, del volontariato e del sociale ci stanno contattando quotidianamente per aderire al nuovo progetto.

Il centrodestra deve riunirsi, ricompattarsi e vincere le prossime elezioni. E’ questo

l’orizzonte in cui ci muoviamo. Dovrà svolgersi una gara democratica tra tutti coloro che si ritengono di centrodestra, molto simile a quella delle primarie che si sono svolte nel campo della sinistra. Questo sarà il nuovo metodo di selezione della futura classe dirigente. In questo modo anche il centrodestra avrà una indicazione diretta dalla base, grazie alla quale la prossima volta vinceremo. È giunta l’ora del cambiamento e rinnovamento del centro-destra nazionale e locale sui contenuti e programmi concreti e soprattutto realizzabili.