Finanziato il progetto “Novara in rete”

Condividi sulla tua pagina social

Lo studio di fattibilità per la definizione della Rete Ecologica in Provincia di Novara ha il sostegno della Fondazione Cariplo

Provincia di NovaraE’ stato accolto e interamente finanziamento dal bando 2013 di Fondazione Cariplo, il progetto “NOVARA IN RETE” presentato dalla Provincia di Novara, insieme a LIPU, e a Regione Piemonte.

Si tratta dello “Studio di fattibilità per la definizione della Rete Ecologica in Provincia di Novara”, sviluppato secondo le linee guida espresse dal documento di Fondazione Cariplo “Area: Ambiente; Piano d’azione: Promuovere la sostenibilità ambientale a livello locale”.

Il progetto nasce dalla necessità di ricostruire una rete ecologica provinciale su solide basi naturalistiche, verificare lo stato di fatto della pianificazione territoriale e rinforzare la salvaguardia della rete fluviale e dei canali.

L’obiettivo primario del progetto è consolidare e approfondire le conoscenze di una rete ecologica  che colleghi le  aree  sorgenti di biodiversità presenti in Provincia di Novara garantendo una connettività tra l’area pedemontana a nord e l’area di pianura a sud, completando la connessione  Ecologica naturale di area vasta tra le Alpi e la Pianura, mediante la realizzazione di uno Studio di Fattibilità.

Il  progetto “Rete Novara”, vede la partecipazione di diversi soggetti, istituzionali e non, che agiscono direttamente sul territorio in oggetto.

Proposto dalla LIPU, il progetto si avvale della collaborazione, oltre che della Provincia di Novara, anche dell’Università degli Studi di Pavia, della Regione Piemonte e dell’ARPA Piemonte; con il sostegno della Provincia di Vercelli, dell’Ente Gestore delle Aree protette del Ticino e del Lago Maggiore, dell’Ente Gestore delle Riserve pedemontane e delle terre d’acqua, dell’Ente Gestore dei Sacri Monti e dell’Ente Gestore Aree Protette Valle Sesia.

La Regione Piemonte ha valutato che il progetto possa rappresentare una delle prime attività da svolgere sul territorio regionale nell’ambito delle sue attività di approfondimento ed  implementazione, considerando che la Provincia di Novara, nell’ambito del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, ha già individuato sul proprio territorio un disegno di rete  ecologica sul quale sta svolgendo dei progetti di approfondimento a  scala di maggior dettaglio e che la rete ecologica novarese rappresenta una componente importante  nel disegno complessivo di Rete Ecologica Regionale; soprattutto per la  presenza  del corridoio ecologico del Ticino, che svolge una funzione fondamentale di collegamento tra arco alpino e catena appenninica.

Il progetto  si integra, inoltre, con la precedente esperienza svolta da LIPU negli scorsi anni nelle  Confinanti Province di Varese, grazie ai Progetti Natura 2000 Va, Rete Biodiversità e Studio di  Fattibilità del PLIS Valle della Bevera, Milano, grazie ai progetti  Biodiversità Metropolitane e  Costruire Muri Verdi e Verbania, grazie al progetto Parchi in Rete.

La data di inizio prevista del progetto è il primo marzo 2014 per una durata di 34 mesi. La Provincia di Novara e la Regione Piemonte partecipano con un contributo di 35.000 euro ciascuna; Arpa e Università di Pavia con 10.000 euro e la Lipu investe 30.000 euro. La parte finanziata da Fondazione Cariplo è di 150.000 euro per un totale di 270.000.