Franca Biondelli: A Salerno per il II congresso internazionale del Mediterraneo sull’Autismo

Condividi sulla tua pagina social
Valentina Pavese (blogger) - Onorevole Franca Biondelli

Valentina Pavese (blogger) – Onorevole Franca Biondelli

Nel weekend ho partecipato all’importante convegno internazionale del Mediterraneo a Salerno sul tema dell’Autismo. Alla due giorni di lavori hanno partecipato medici, addetti ai lavori, associazioni cittadini di tutto il sud Italia. Ringrazio in modo particolare coloro che hanno organizzato questo evento e per l’invito che mi è stato rivolto. Intervenendo ho ribadito l’importanza di affrontare il problema dell’autismo mettendo nel calendario parlamentare non solo il Disegno di Legge che ho presentato, ma anche gli altri che giacciono alla Camera dei Deputati. Ho voluto ribadire l’importanza della formazione degli insegnanti di sostegno nella scuola e l’importanza della necessità di istituire un fondo per l’autismo, così come inserito nel mio DDL. Inoltre risulta essere ancora irrisolto il problema dell’assenza di percorsi idonei per i ragazzi autistici che arrivano al compimento della maggiore età. Mi ha fatto molto piacere vedere come molte associazioni continuano a credere non solo nel mio impegno, ma in quello della politica in generale per dare una risposta positiva alle loro difficoltà quotidiane. Ricordo che l’autismo dà valori di disabilità capaci di stravolgere la vita non solo della persona che ne è affetta ma anche della famiglia e dei propri cari. Nel mio intervento ho voluto riportare i contenuti dell’incontro avuto alcuni giorni fa con i rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità, che erano rappresentati al convegno e che hanno ribadito la loro attenzione al problema. Fra l’ampia attività dell’ISS ricordo che coordina il Network Italiano per il riconoscimento precoce dei Disturbi dello spettro Autistico diretto all’individuazione di anomalie dello sviluppo già nei primi 12 mesi di vita; sta conducendo una Rilevazione nazionale sui servizi per la diagnosi e il trattamento dei minori con Disturbi Pervasivi dello Sviluppo e sta portando avanti un progetto di formazione per i pediatri.

Devo riconoscere che durante questi incontri, le persone si sono dimostrate sempre vicine al percorso che sto facendo in Parlamento. Ritengo sia necessario porre in evidenza l’importante attività che tutti noi facciamo sul territorio per essere un partito credibile davanti agli occhi dei cittadini. Alle sterili polemiche che emergono sui giornali il Partito Democratico risponde con il lavoro.
Ringrazio ancora tutte le associazioni presenti a Salerno, il mio impegno e la mia attività sulla tematica dell’autismo non verrà di certo a mancare.