GIOVANNI MARMINA, DI VIDEONOVARA, CHIARISCE SUBITO IL MISTERO DELLE ESPLOSIONI PERCEPITE NELLA NOTTE.

Condividi sulla tua pagina social

Alessio Marrari

GIOVANNI MARMINA

GIOVANNI MARMINA

Ebbene si, è da questa mattina che la nostra casella di posta elettronica “scoppia” di mail più o meno come questa: “volevo chiederti stanotte si sono sentite delle forti esplosioni le prime alle 23 circa altre verso le 3 del mattino sentite anche a Mortara vigevano Borgolavezzaro ed io pure a Garbagna ma non ci sono notizie tu sai qualcosa? Possibile così forti avvertite a distanza di km e nessuna notizia?” E, successivamente, tante altre. Colleghi giornalisti allo scuro di tutto, ovvero al corrente delle esplosioni ma non delle cause, proprio come noi e tantissimi altri cittadini novaresi. Al che, volutamente, inserisco un post sul mio account facebook personale ( Alessio Marrari) e successivamente pongo lo stesso post sull’account di “pagina fan” Città di Novara, seguita da più di 5.500 persone al momento. Lì, moltissime delucidazioni sugli orari, le 23.00 il primo boato e tra le 3.30 e le 4.00 gli altri. I commenti dei lettori, all’unanimità, hanno descritto l’evento col termine di BOATO, ragion per cui ho tentato, in maniera vana di contattare INGV ( Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), ai numeri disponibili su, internet, era chiaro, i cittadini volevano sapere qualcosa ma, come in  Italia si usa, al telefono non mi ha risposto nessuno,  questo era comunque solo in dettaglio. Esplosioni dicevo percepite da Gozzano, Arona, Novara, Trecate, Mortara, Pavese in generale. Fino a quando, cercando tutti una spiegazione,  giunge sul mio account una bellissima notizia, un link legato alle parole “ecco cosa è successo”, di Giovanni Marmina, il volto del TG Novarese, carissimo amico abituale e lettissimo anche sul nostro sito per eventi di arte e cultura sul territorio e quant’altro! Aperto il link, il titolo è  La pioggia delle Leonidi (cliccate per aprire e leggere dalla fonte originale). Troverete tutta la spiegazione in merito a quanto avvertito questa notte sul nostro territorio.

Ringraziamo Giovanni Marmina per quanto fornito! E ricordiamo che ancora una volta è stato il web a dare una risposta verso qualcosa che nessuno riusciva  a spiegarsi!