GIUSEPPINA CARPANI, ATLETA DELL’ANNO ASHD

Condividi sulla tua pagina social
 GIUSEPPINA CARPANI, ATLETA DELL'ANNO ASHD

GIUSEPPINA CARPANI, ATLETA DELL’ANNO ASHD

Si è svolta in data 16 dicembre la tradizionale Festa di Natale dell’ASHD di Novara presso la zona logistica Veveri di via Verbano, nella Sala Unica. Alla manifestazione hanno presenziato, oltre al comandante dell’aeroporto Col. Walter de Gennaro, il Prefetto di Novara Francesco Paolo Castaldo, il presidente della regione Piemonte Roberto Cota, il sindaco di Novara Andrea Ballarè, l’assessore allo sviluppo economico della regione piemonte Massimo Giordano, l’Assessore allo sport provincia di Novara Alessandro Canelli. Presenti inoltre il presidente della fondazione de agostini, Roberto Drago e il segretario generale della stessa, Chiara Boroli. Durante la festa, oltre alla recita degli atleti, i saluti e gli auguri delle autorità, si è tenuta la consegna dei riconoscimenti all’atleta e volontario dell’anno. Vincitori Giuseppina Carpani del settore equitazione, quattro ori
nelle ultime quattro edizioni degli italiani di equitazione per disabilità intellettive relazionali, e Lucio Giacometti, coordinatore dell’attività di acquaticità presso lo Sporting Piazzano. Al termine, il presidente del CONI provinciale, Mario Armano, ha consegnato un’ importante onorificenza a livello nazionale, nelle mani del vice presidente ASHD Alberto Boroli, cioè la Stella d’Argento al Merito Sportivo. La consegna ufficiale avverrà però durante la seduta del consiglio provinciale del CONI di Novara, ospite della sala consigliare del Castello di Galliate il giorno 22 dicembre alle ore 11,00. La prestigiosa onorificenza è stata attribuita con le seguenti motivazioni: “al riconoscimento delle benemerenze acquisite dal sodalizio in tanti anni di attività. L’onorificenza vuole attestare di fronte al mondosportivo i meriti degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti della Societa’ ed esprimere insieme la più sentita gratitudine del CONI per il contributo offerto alla crescita e all’affermazione dello sport italiano.”