IGOR GORGONZOLA NOVARA – SIAMO ENERGIA ORNAVASSO 3-2

Condividi sulla tua pagina social

BUZ_8557Lo Sporting Palace accoglie festoso il match clou, quello atteso da mesi, e ben oltre 3000 spettatori assistono alla vittoria di Novara sulla cugina piemontese. Nel vivo delle feste natalizie si è disputata la tredicesima e ultima giornata della Serie A2.
Avvio equilibrato con errori gratuiti. Si lotta sin da subito e il primo time out tecnico vede le novaresi sotto (5-8), seguono altre disattenzioni (6-10) e gli ottimi spunti della capitana Rosso. Si tenta il recupero azzurro ma il divario aumenta. Colombo chiede tempo sul parziale 10-14. Muro poco efficace e blocchi decisi invece delle ospiti si trasformano sul display in 10-16. Novara non ci sta: Rosso è protagonista della risalita (16-17) ostacolata dalla varietà giallonera (16-19). Troppo timore nel gioco di casa (19-23) così il primo set va alle ragazze di Bellano per 22-25. Durata 28 minuti.
Si riprende con decisione tra vicendevoli sorpassi: Loda dà del filo da torcere ma Novara c’è. Così nonostante il tecnico 7-8 e alcune decisioni arbitrali discutibili, le ragazze di Stefano Colombo conquistano il 12-10. Bellano interrompe, Minati sbaglia il servizio, Kim blocca Moneta (14-11). Sono le azzurre a dettare legge e ad aggiudicarsi il secondo tecnico (16-12). Lo show azzurro fa vibrare lo Sporting. Senkova entra su Loda e Giuliodori firma il 19-13. Altra pausa in casa Bellano ma nulla da fare. Bellissima fast di Casillo ed errore in battuta di Kim (21-16). Exploit di Senkova e leggerezza di De Carne costringono stavolta Colombo a chiamare tempo (21-18). Novara rischia e le api pungono forse di più. Entra Garavaglia su Bramborova e Kim sceglie ancora Casillo (22-20). Diagonale di De Carne ed errore di Minati e Giuliodori (24-23). Ci pensa Rosso a garantire il pareggio (25-23). Durata 30 minuti.
La terza frazione riparte con Ornavasso sempre convinta (1-4) e con dentro Garavaglia sempre attenta. Il pubblico è vicino alla IGOR che però non riesce a farsi valere (6-10, 8-13). Diverse buone idee non bastano a modificare il trend del set così come sono dubbie le decisioni di Pristerà. Le azzurre precipitano e nel finale entrano Prencipe, Candi e Bersighelli (12-22). Ornavasso va spedita e si porta in vantaggio (12-25). Durata 26 minuti.
Quarto set, in campo le titolari, Novara riprende la corsa con maggiore decisione (8-5) e i tentativi delle cugine piemontesi non sortiscono granchè. I muri di De Carne e Rosso accendono il 16-8. Il cammino delle ragazze è chiaro, condotto senza affanno. Bramborova reattiva. Dentro le giallonere Senkova e Mossetti, il set avanza tra intervalli e ritmi serrati (20-11) e si chiude 25-14. Durata 23 minuti.
La stanchezza si fa sentire ma il tie break è ancora tutto da vivere. Loda sbaglia il servizio, Rosso e Giuliodori bloccano le api (3-0). Bellano interpella le sue e il gioco riprende con Casillo al servizio. I sorrisi di Novara rinforzano l’unione del gruppo (8-2). Doppio ace del capitano per non farsi mancare nulla. Bramborova e Casillo continuano e il ronzio delle api non infastidisce neppure (13-5). La lucidità e l’entusiasmo si trasformano in vittoria (15-6).
“Abbiamo sofferto a Casalmaggiore, ora in casa. Ci siamo spenti più volte a causa degli attacchi avversari. Siamo abituati – lo ripete spesso coach Colombo – e contenti di aver regalato un match emozionante. Sono felice e ringrazio la squadra intera. Le ragazze cercano di compensarsi ma dobbiamo ancora affinare la gestione dei momenti agonisticamente complicati e nervosi”. È stata davvero una bella festa dello sport e per Massimo Bellano e la capitana Ghilardi la sfrontatezza della ‘matricola terribile’ ha dato tanto ma non tutto. “Anche stasera abbiamo dimostrato la nostra capacità – dicono – e che ogni partita si può vincere. Non ci abbiamo creduto abbastanza e comunque onore e merito alla IGOR”.
Dagli esiti di questa giornata, si è stabilito il turno di Coppa Italia. La IGOR Novara affronterà nei quarti il 23 gennaio Sala Consilina.
Il tabellino
IGOR GORGONZOLA VOLLEY NOVARA: Casillo 7, Rosso 24, Kim 1, Olocco ne, Giuliodori 8, Garavaglia 3, Bersighelli 0, Candi 1, Vanzurova, Alberti L, Bramborova 8, Migliorin ne, Prencipe, De Carne 22. All.: Stefano Colombo.
SIAMO ENERGIA ORNAVASSO: Koutouxidou 0, Moneta 8, Ghilardi (L), Minati 23, Tasca 8, Salvi 12, Gloder (L), Loda 15 Senkova 2, Mossetti 0, Bertaiola 0. Non entrate Baradel e Cottini, All.: Massimo Bellano