Igor, primo centro in campionato: espugnata Modena in tre set

Condividi sulla tua pagina social
Igor-Volley-Novara

Igor-Volley-Novara

Nel tempio del volley, il PalaPanini di Modena, la Igor di Luciano Pedullà conquista la sua prima vittoria in campionato e lo fa dominando la sfida alla corazzata “griffata” Liu-Jo che tra le sue fila annovera campionesse del calibro di Francesca Piccinini e Paola Cardullo, grande ex dell’incontro. La Igor disputa una partita praticamente perfetta, grazie al contributo di tutte le protagoniste, incluse quelle partite in panchina ed entrate a gara in corso, e strappa un 0-3 che vale i primi tre punti in classifica.

Pedullà si affida, in partenza, al sestetto ormai consueto, con Vanzurova opposta a Kim, Rosso e Lombardo in banda, Milos e Casillo al centro e Paris libero. Padrone di casa schierate da Chiappafreddo con Fabris in diagonale alla regista Rondon, Rousseaux e Piccinini in banda, Crisanti e Ruseva al centro e Cardullo libero.

L’avvio di partita è subito positivo per Novara, che firma il primo break con Vanzurova e Rosso, subendo poi il ritorno delle modenesi con la belga Rousseaux (mani-out e pallonetto) per il 7-5. Vanzurova ricuce a muro (11-11), innescando il punto a punto rotto sul 18-18 quando Mollers, appena entrata, firma il sorpasso con un attacco di seconda. Positivo il turno in battuta di Alberti (anche lei entrata sul 18-18) che prosegue fino all’ace del 18-22. Modena, dopo i due timeout di Chiappafreddo, rientra 20-22 ma Milos spezza la rimonta avversaria. Il set si chiude con l’attacco di Fabris sull’astina, 21-25.

Nel segno dell’equilibrio l’avvio del parziale successivo, Rosso in battuta firma il primo break (da 5-5 a 5-8) aiutata da Lombardo, mentre tocca a Vanzurova allungare fino al 7-12 che porta le squadre al timeout tecnico. Rosso si esalta in difesa e va a segno (10-16), poi con un ace mette al sicuro il parziale sul 12-19; strada in discesa per le azzurre, Paris si esalta in difesa, Vanzurova conquista il set-ball con due grandi attacchi e, poco dopo, Rosso chiude il parziale in pipe sul 15-25.

Galvanizzate dal risultato e dal tifo dei supporter azzurri, arrivati in massa a Modena per trascinare la Igor alla prima vittoria in campionato, le azzurre partono bene anche nel terzo set. La Liu Jo parte con Perinelli e Heyrman dall’inizio ma il primo break è ancora di Rosso (4-6). Kim si esalta a muro su Perinelli, Paris e Rosso difendono due palloni pesanti e Lombardo, con un diagonale strettissimo fa 7-10. Piccinini e Fabris reagiscono (11-10) e Modena passa avanti con minimo scarto al timeout tecnico. Milos e Vanzurova ricuciono lo strappo, Fabris sbaglia e Mollers, appena entrata, mura a uno Piccinini per il 15-16. Allunga Lombardo, Modena rientra con Heyrman e sul più bello (19-19), tocca a Vanzurova vincere il duello con Fabris (19-22 prima e 20-24 poi): l’ultimo brivido è sul 20-24, quando Modena trova il break e Pedullà chiama timeout sul 22-24. La parola fine la scrive Milos (22-25) con un gran muro a uno su Piccinini.

A fine partita, capitan Rosso non sta nella pelle: «Scendere in campo qui al Pala Panini è ovviamente sempre una grande emozione, ma dovevamo cancellare lo “zero” in classifica e non c’era emozione che tenesse. Dopo aver giocato due grandi partite con Bergamo, abbiamo capito che non si può star lì e lasciarsi impressionare dai “nomi”, dal valore delle avversarie: in serie A1 devi giocare al massimo su ogni pallone, senza pensare ad altro. La ricezione? Siamo una squadra che ha, nelle capacità in seconda linea, un punto di forza e questo ci consente di avere un buon cambio palla quando lavoriamo bene, proprio come sta succedendo adesso. Faccio i complimenti a tutte le mie compagne, anche a chi parte dalla panchina e poi, quando è chiamata in causa,  riesce a incidere sulla partita. Questa è una vittoria di tutti: squadra, staff e società».

LIU JO MODENA – IGOR GORGONZOLA VOLLEY NOVARA 0-3 (21-25, 15-25, 22-25)

Modena: Rousseaux 7, Perinelli, Heyrman 7, Prandi ne, Andjelic ne, Petrachi (L) ne, Cardullo (L), Ruseva 1, Piccinini 7, Fabris 14, Crisanti 4, Maruotti ne, Rondon. All. Chiappafreddo.

Novara: Casillo 6, Paris (L), Rosso 12, Tokarska ne, Kim 1, Lombardo 10, Harms ne, Manfredini, Milos 6, Vanzurova 18, Alberti 2, Mollers 2. All. Pedullà.