Igor, terzo stop: a Urbino finisce 3-0 per le padrone di casa

Condividi sulla tua pagina social

COLOMBO: «BASTA PAURA, DOBBIAMO CAMBIARE ATTEGGIAMENTO» 

Igor-Volley-Novara

Igor-Volley-Novara

Terzo stop in campionato per la Igor di Stefano Colombo, che rimanda ancora l’appuntamento con il successo in serie A1. A Urbino, le azzurre rimangono sempre in gioco, cedendo di colpo nei finali di set e subendo, così, la sconfitta per 3-0 a opera del team marchigiano.

Colombo in partenza si affida a Vanzurova opposta a Kim, Rosso e Lombardo in banda, Milos e Casillo al centro e Paris libero. L’avvio di partita è tutto di marca azzurra: Lombardo fa il break in battuta (0-3) e Vanzurova in maniout firma il 2-4. La reazione delle padrone di casa, però, è affidata a Santini, che prima impatta ai quattro, poi sorpassa 8-7 dando il “la” al break firmato poi da Negrini che vale il 12-10 al timeout tecnico. Lombardo e Kim ricuciono lo strappo a muro (16-16), Urbino scappa ancora sul turno in battuta di Bricic e sul 19-16 Colombo chiama timeout. Reazione Igor per il 20-20, ma nel testa a testa finale un muro su Rosso e il tocco morbido di Santini valgono il 25-22.

Ancora avvio favorevole alle azzurre (2-4), poi reazione delle padrone di casa che impattano con l’errore di Vanzurova (5-5) e nel punto a punto trovano lo spunto con Negrini in corrispondenza del timeout tecnico (12-11). A muro, Urbino allunga fino al 17-13 mentre Colombo si gioca la carta Harms e l’americana, dopo aver firmato il punto del 19-17, in battuta favorisce il 19-19. Rosso spara out la palla del 20-20, poi commette infrazione in servizio per il 22-20 Urbino e Negrini trova il set-ball sul 24-20: Lombardo annulla il primo, un’invasione di Milos vale il 25-21.

Avanti di due set, Urbino accelera nel terzo set, portandosi rapidamente sull’8-4 con Kostic. Colombo inserisce Manfredini, Novara accorcia 11-9 con Lombardo ma dopo il timeout tecnico arriva un nuovo break favorevole alle padrone di casa che scappano 15-10 con Leggs a muro. Manfredini ricuce lo strappo (16-14), Casillo e Kim a muro fanno 17-17 e innescano il punto a punto rotto solo sul 21-20 con l’ace di Negrini. Colombo chiama timeout, Urbino non si ferma più e chiude 25-21.

Così il tecnico Stefano Colombo a fine gara: «Questa è una sconfitta brutta, diversa dalle altre. Sono molto arrabbiato per l’andamento della partita, penso che dobbiamo cambiare presto atteggiamento: se il problema è la pressione, faremo meglio a imparare in fretta a gestirla. Questa stagione è un’occasione importante per tutti noi, dobbiamo subito cambiare registro perché, ora come ora, questa occasione la stiamo sciupando».

Le azzurre torneranno in palestra martedì (mattina pesi, pomeriggio tecnica) in vista della partita di Coppa Italia con la Foppapedretti Bergamo in programma sabato sera allo Sporting.

ROBUR TIBONI URBINO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)

Urbino: Carocci (L), Giombetti (L) ne, Zecchin ne, Negrini 16, Thibeault 11, Santini 12, Escobar, Casoli, Kostic 9, Bricic 1, Guidi ne, Leggs 6. All. Micoli.

Novara: Casillo 5, Paris (L), Rosso 6, Tokarska ne, Kim 3, Lombardo 10, Harms 1, Manfredini 3, Milos 6, Vanzurova 13, Alberti (L) ne, Mollers ne. All. Colombo.