Igor Volley, la Murphy colpita positivamente dal gruppo azzurro

Condividi sulla tua pagina social
Igor-Volley-Novara

Igor-Volley-Novara

È stata presentata ufficialmente Kelly Murphy, l’opposto americano arrivato sabato e subito in campo a Forlì e poi nell’amichevole con Ornavasso (che ha chiuso con un ottimo 40% in attacco). Tanti sorrisi per la giocatrice della nazionale Usa, letteralmente entusiasta della scelta compiuta: «Sono molto contenta di essere qui a Novara, l’impatto con la squadra e con l’ambiente è stato molto positivo e soddisfacente. Devo dire che ho ricevuto un caloroso benvenuto da parte delle compagne, dei tifosi e della società. Cosa mi ha colpito? Sono rimasta molto favorevolmente stupita dalla compattezza del gruppo, dalla capacità della squadra di giocare in maniera serena e determinata anche nei momenti di difficoltà. Ci si aiuta tutte e questa penso sia davvero la miglior base per fare bene nello sport di squadra. Credo che per me, questa sia davvero una grande opportunità».

Come procede l’ambientamento? «A dirla tutta, in questi primi giorni sto dormendo davvero molto… devo mettermi in pari con il fuso orario e ci vorrà ancora qualche giorno. Il tempo libero? Lo passerò guardando la televisione o andando al cinema, il mio hobby preferito. Oppure preparerò dei dolci: mi piace cucinare… ma solo torte e affini. Presto ne preparerò anche una per le mie compagne».

Dopo il college e prima di unirti alla nazionale americana hai giocato per due stagioni a Portorico, cosa ti aspetti di nuovo dall’avventura italiana? «Innanzitutto devo abituarmi a usare i palloni della Molten visto che in nazionale ho sempre lavorato con i Mikasa. Ho notato che ho qualche difficoltà nella gestione del colpo ma questo migliorerà un allenamento dopo l’altro. Dall’esperienza italiana mi aspetto di lavorare sodo: ho parlato con tante mie connazionali che hanno giocato qui e mi hanno spiegato bene come funziona. Sono pronta, è quello che cercavo per crescere e migliorare. Il campionato italiano è di altissimo livello, devi essere sempre al 100% per non inciampare: direi che la nostra partita di domenica a Forlì è stato un perfetto esempio di ciò».

Chiosa per il d.g. azzurro Enrico Marchioni: «Purtroppo l’arrivo di Kelly è coinciso, per noi, con il saluto a Katherine Harms, cui auguro le cose migliori per il prosieguo della carriera che passerà da un’avventura a Portorico. Noi avevamo bisogno di un’atleta più pronta e siamo felici che Kelly abbia scelto noi, rinunciando anche alla corte di club internazionali e, in Italia, di primissima fascia come Conegliano. Ha un contratto fino a giugno ma abbiamo, a nostro favore, un’opzione per l’anno prossimo: questo perché riteniamo Kelly una giocatrice su cui puntare anche in ottica futura».