Igor Volley, maratona vincente a Forlì

Condividi sulla tua pagina social

PEDULLÀ: «ATTEGGIAMENTO SBAGLIATO, BENE I DUE PUNTI CONQUISTATI»

Igor-Volley-Novara

Igor-Volley-Novara

Maratona vincente per la Igor, che a Forlì coglie la prima vittoria del nuovo anno al termine di una lunghissima battaglia con le padrone di casa. Igor avanti per due set a zero, poi raggiunta dalle padrone di casa e infine, dopo un tie-break infuocato e ben quattro match ball annullati alle avversarie, vittoriosa per 2-3.

Igor, orfana di Lombardo, con la novità Kelly a referto e schierata da Pedullà con Manfredini opposta a Kim, Vanzurova e Rosso in banda, Milos e Casillo al centro e Paris libero. Padrone di casa in campo con Arrechea opposta a Pincerato, Ventura e Guatelli in banda, Borgogno e Lamprinidou al centro e Zardo libero.

Il primo spunto è delle padrone di casa, che si portano 7-4 con Borgogno e Pedullà chiama tempo. Rosso accorcia due volte (8-7), Forlì allunga nuovamente fino al 13-9 firmato da Arrechea e, poco dopo, sul 16-11 trovato in mani-out da Guatelli. Rosso risponde in diagonale, Pedullà inserisce Mollers che, dopo il muro di Casillo, firma il 17-16. Manfredini sorpassa sul 19-20, Vanzurova spedisce out l’appoggio (22-22) e Novara, dopo aver sciupato (22-24) due set-ball, chiude ai vantaggi con Rosso e Vanzurova (25-27).

Il secondo set si apre con Rosso che risponde a Guatelli (5-6) e, poco dopo, firma il break del 10-12. Manfredini a segno in attacco e in battuta (11-14), con il tecnico di Forlì che chiama tempo; dentro anche Paggi tra le padrone di casa (15-16), Milos non sbaglia e Manfredini e Rosso allungano con due muri su GUatelli e Paggi. Sul 18-23, Forlì rientra con il turno in battuta di Pincerato (ace, 21-23) e Pedullà chiama timeout: Vanzurova e un errore di Guatelli chiudono il set 22-25.

Nel terzo set, Novara sembra in grado di chiudere i conti: Manfredini firma il 2-5, Casillo a muro il 2-7 e sempre la centrale partenopea, in mani-out, fa 4-9. All’improvviso, però, Forlì reagisce, complici gli errori delle azzurre, tanto che le romagnole passano avanti 12-10 al timeout tecnico. Manfredini e Casillo provano a rispondere ma gli errori condannano le azzurre (22-19, Guatelli) che hanno l’ultimo sussulto sul 22-21 prima di cedere 25-21 sull’errore in attacco di Vanzurova.

Caricate dalla vittoria nel terzo set, le padrone di casa partono forte e allungano 9-6 con la fast di Paggi e l’attacco out di Kim. Pedullà inserisce Tokarska e, a metà parziale, si gioca la carta Murphy ma non cambia il ritmo: Bezarevic allunga, Tokarska risponde ma ancora l’opposto di casa firma il 16-11. Novara non rientra più, Forlì vince di slancio 25-17.

Nel tie-break Novara riparte con Murphy opposta a Kim e Manfredini spostata in banda al posto di Vanzurova. Il primo spunto è di Forlì (3-1, Bezarevic), le padrone di casa passano avanti 8-5 al cambio campo con Manfredini (attacco) e Milos (muro) che accorciano 8-7 prima del gran diagonale di Murphy che vale l’8-8. Si innesca un punto a punto serrato, Borgogno a muro fa il break (12-10) e sul 13-11 per le padrone di casa arriva la gran reazione della Igor, che, dopo il timeout di Pedullà, accorcia con Rosso in pipe e impatta con l’errore di Bezarevic. L’inerzia rimane alle padrone di casa, Novara annulla ben quattro match ball prima del doppio muro di Rosso su Guatelli e Tokarska su Bezarevic (17-19) che vale il 2-3 finale.

 «Non è stata sicuramente una bella prestazione – spiega Luciano Pedullà – ma a guardare il bicchiere mezzo pieno, siamo riusciti comunque a conquistare la vittoria e due punti. Credo che ci sia stato, da parte nostra, un approccio sbagliato alla partita, come squadra non abbiamo avuto il giusto atteggiamento e questo lo abbiamo pagato perdendo il terzo e quarto set e riaprendo una partita che potevamo chiudere prima. Abbiamo commesso molti errori, questo è un dato su cui lavorare».

Analisi condivisa anche da capitan Rosso: «Purtroppo capitano le partite così, a dirla tutta possiamo sorridere per aver conquistato due punti nonostante la prestazione tutt’altro che esaltante. Penso che questa prestazione ci debba far riflettere, siamo di fronte a uno spartiacque: dobbiamo decidere se rimanere una “outsider” che può fare qualche sgambetto alle big o se possiamo competere con le migliori. In questo secondo caso, ovviamente, non possiamo permetterci altre prestazioni come questa».

Le azzurre torneranno in campo martedì per gli allenamenti, mentre mercoledì, a partire dalle 18, allo Sporting le azzurre ospiteranno Ornavasso per un test amichevole.

BANCA DI FORLÌ – IGOR VOLLEY NOVARA 2-3 (25-27, 22-25, 25-21, 25-17, 17-19)

Forlì: Ventura 12, Roani ne, Guatelli 22, Paggi 7, Piolanti ne, Coriani (L), Pincerato 3, Zardo (L), Lamprinidou 3, Borgogno 14, Bezarevic 10, Arrechea 3, M.Rosso ne. All. Marone.

Novara: Casillo 9, Paris (L), V.Rosso 23, Tokarska 4, Kim 3, Lombardo ne, Manfredini 15, Milos 12, Vanzurova 15, Alberti, Mollers 1, Murphy 2. All. Pedullà.