IL MIO AMICO ATTILIO…

Condividi sulla tua pagina social

FONTE www.vanovarava.it

di Massimo Corsano

massimo corsano attilio tesser

massimo corsano attilio tesser

Seguo il Novara dal 1985 e da allora, di mister, ne ho visti passare tanti sulla panchina azzurra… Ricordo nell’estate 2009 l’arrivo di mister Tesser, il suo fu un arrivo in punta di piedi. Il tecnico di Montebelluna arrivava da un esonero a Padova. Alla guida del Novara lo aveva voluto il DS Pasquale Sensibile. Giornata dopo giornata era riuscito a forgiare un gruppo fantastico e tassello dopo tassello è stato uno degli artefici della promozione del Novara in Serie B dopo 33 anni. Nella stagione seguente l’avventura in cadetteria prosegue con lo stesso gruppo, che rimane praticamente invariato: l’obiettivo era la salvezza, ma con il passare del tempo e le vittorie che aumentavano sempre più, il “Komandante” (come è stato originalmente soprannominato dalla tifoseria azzurra), ha saputo conquistare assieme ai suoi ragazzi prima il terzo posto, che è valso l’accesso ai play-off… poi, due giorni dopo il suo compleanno, ovvero il 12 giugno 2011, ha riportato con i suoi 26 ragazzi dalle “palle di filo spinato” e con uno staff eccezionale, il Novara in Serie A dopo 55 anni.
Il resto è storia abbastanza recente. Con Attilio, in questi anni, si è creato un rapporto d’amicizia che va oltre il rettangolo di gioco: lui è, prima di tutto, un grande uomo e poi un grande mister; colui che in quella sera di giugno ha fatto sì che il sogno diventasse realtà, contribuendo a riportare la squadra della mia (nostra) città nella massima serie, dopo una pausa troppo lunga per un appassionato sostenitore.
Il mister si è reso sempre disponibile quando ci sono state serate di beneficenza o semplici ritrovi fra amici, per parlare di calcio e delle sue esperienze in tema; un uomo sempre pronto al confronto ed alla risposta.
Lo scorso 31 ottobre mister Tesser è stato esonerato per la seconda volta dal Novara; il paradosso è che il Novara con lui aveva ottenuto 14 punti in 12 giornate, con la squadra a metà classifica… Ora non me ne voglia il nuovo timoniere alla guida tecnica ma il dopo Tesser, alla data attuale, dice zero punti in tre giornate di campionato, 1 gol fatto e 5 subiti.
Non c’è la controprova, ma visto quello che ha fatto mister Tesser due anni fa in Serie B e con il materiale umano messo a sua disposizione, questa squadra nelle sue mani si sarebbe potuta salvare in carrozza, invece con l’esonero di Attilio le difficoltà sembrano essere più grandi e allo stato attuale una salvezza sarebbe già un grande traguardo.
I 26 ragazzi con “le palle di filo spinato”, assieme ad un grande mister e al suo preparato staff, non ci sono più… Al mio amico Attilio auguro ancora tante soddisfazioni e dovunque andrà ad allenare avrà sempre il sottoscritto come tifoso. Al Novara, contestualmente, auguro di tornare a conquistare già contro il Livorno tre punti fondamentali per il proseguo del campionato.