Il Rugby Novara vince il derby della risaia!

Condividi sulla tua pagina social

Gica Vacaru, tecnico Amatori Rugby NovaraIl Novara si impone nettamente nel derby della risaia che alla vigilia presentava diverse insidie:prima partita dopo la lunga pausa , la bella prova bicciolana nello scorso match contro Ivrea e la presenza dell’ex di turno Familiari nelle file vercellesi  erano tutti ingredienti adatti per mettere brace ardente sul fuoco del derby di ritorno. Tanto più che la mischia ordinata dei padroni di casa era stata una delle poche ad impensierire seriamente il pack novarese. Invece la foga del S.Andrea dura circa 20’ nel primo tempo e poi gradatamente si spegne sotto i colpi della mischia novarese che spiana la strada verso il rotondo risultato finale, mai messo in discussione nonostante il Novara abbia giocato almeno 50’ in inferiorità numerica, causa cartellini gialli comminati a Stofella, FReitas e Fioretto e il rosso diretto a Loddo. Vacaru schiera i suoi rinforzando il peso del pack con Loretti jr. e affidandosi alla solita mediana Quirino – Loddo ,mentre Freitas torna al suo ruolo originale di estremo e Grelli esordisce all’ala. Assenti Fadda e Maas infortunati. Primi 20’ in equilibrio come si diceva: il Novara sembra avere in mano le redini del gioco e sembra poter far male ad ogni affondo ,ma deve fare i conti con la propria indisciplina che l’arbitro sanziona puntualmente , consentendo agli avversari di guadagnare terreno ma non ad incamerare punti per la scarsa vena dell’estremo Carlone che sbaglia due facili piazzati mentre la rimessa laterale novarese surclassa i propri avversari così come in mischia ordinata. Rintuzzata la minaccia il Novara giunge in meta al 22’ con Viana che sfrutta a dovere la supremazia in mischia chiusa. Ancora indisciplina e 3 punti facili per S.Andrea che accorcia le distanze. Un minuto dopo il Novara varca la meta con Vicari su calcio di punizione giocato velocemente . A questo punto il match pare segnato perché i padroni di casa sembrano demotivati e non riescono a sfruttare l’uomo in più concesso per il giallo a Freitas e il successivo a Stofella che lascia il Novara 13 contro 15. Qui sale in cattedra l’orgoglio e la determinazione del nostro XV che combatte su ogni pallone e lascia le briciole agli avversari. La prima linea non concede tregua e la rimessa laterale è decisamente efficace. Loddo  alterna bene il gioco al piede a quello alla mano e i palloni di recupero fruttano preziosi metri.  AL 30’ Quirino gioca rapido un calcio di punizione e ribadisce in meta; 5 minuti dopo bella azione in terza fase del Novara che colpisce ancora con Sogni. Loddo finalmente trasforma. Il primo tempo si conclude sul 22 a 3. Nel secondo tempo i tifosi locali si aspettano una reazione di orgoglio da parte dei propri beniamini ,ma non se ne parla proprio . E’ il Novara che cinico colpisce già al 2’ con Loretti sr. abile a perforare la difesa ancora da calcio di punizione. Il match sembra mettersi in discesa per il Novara che, si sa ,ama complicare le cose semplici. Pertanto Loddo pensa bene di scalciare un avversario a terra e l’arbitro lo sanziona con il giusto cartellino rosso che costerà caro in termini di squalifica. Proprio la disciplina sembra essere il tallone d’Achille del Novara . Dentro Fioretto per un efficace ma nervoso Radaelli e Guglielmi per Stofella. Freitas si schiera apertura e il Novara gioca praticamente un tempo senza il numero 15. Le difficoltà esaltano il Novara e al 15’ bella meta di Barelli imbeccato da Freitas bravo a cambiare lato di attacco da una mischia ordinata,manco a dirlo, in avanzamento. Freitas trasforma. Il Vercelli abbozza qualche timida reazione ,ma il Novara non cede terreno e placca con convinzione rintuzzando gli attacchi che si smorzano anche per mancanza di ossigeno. Purtroppo arriva un altro giallo per Fioretto causa falli ripetuti e Novara in 13. Entra Tromellini per un caparbio Loretti jr e Mazzotti rileva Cotroneo, mentre Cravini va  all’apertura al posto di Freitas.  Il Novara in 13 erge le barricate  e Vercelli non passa, anzi : touche vinta e palla al largo, punto di incontro cambio di direzione e Quadraro è pronto a scardinare la difesa. Cravini trasforma.  Dopo tre minuti continua lo show della mischia novarese con protagonisti i due compari Guglielmi e Loretti sr che finalizza il lavoro di aratura del “trattore” in ripartenza da mischia ordinata ,schiacciando in meta l’ovale. Trasforma Cravini oggi particolarmente preciso. Doveroso spazio a Lucci che prende il posto di Vicari e a Genovese che sostituisce Sogni. Vercelli alza bandiera bianca e Novara colpisce ancora due volte al mento. Al 37’ velenoso calcio di Cravini che imbambola la difesa e Quirino se la gioca al piede involandosi alla Cabrini sull’out sinistro , schiacciando in meta il rotolante ovale. Ancora Cravini realizza  i punti aggiuntivi . Al 40’ giusto premio alla grande prova di speedy  Grelli  che placca ,recupera palla e segna in mezzo ai pali dopo aver rotto tre placcaggi . Se prendesse anche i palloni al volo sarebbe man of the match. Cravini realizza gli ultimi due punti della partita. Nonostante i cartellini ,gara ruvida e spigolosa ma corretta  e bel clima amichevole sugli spalti. Facce lunghe e deluse in casa S. Andrea , sorridenti nel Novara . Occorre però rivedere disciplina e imparare il regolamento perché non è possibile essere così penalizzati e  scorretti. Vogliamo concedere anche un  arbitraggio un pochino casalingo , vogliamo dire che l’arbitro non abbai visto i falli degli avversari ,ma il Novara deve cambiare atteggiamento e mettersi nel rispetto del regolamento anche costo di regalare qualcosa in termini di aggressività. Per il resto buona la condizione atletica, solido il pacchetto di mischia nelle fasi statiche , soprattutto in mischia ordinata in cui cambiando i giocatori in corso d’opera il risultato non cambia : asfalta mento  degli avversari. Anche i trequarti sono stati abili in difesa e in attacco ,raddrizzata la corsa ,risultano letali vista la velocità e la verve di tutta la linea. Man of the match a Quadraro e note di merito per Loretti sr., Grelli e Quirino.

Prossimo match domenica  16 febbraio alle 14.30 contro Ivrea. Altra bella battaglia.

Formazione :  Quadraro, Cotroneo (Mazzotti), Radaelli (Fioretto), Colombo, Loretti jr (Tromellini), Loretti sr.,  Viana, Stofella (Guglielmi), Quirino, Loddo, Sogni (Genovese), Barelli, Vicari, Grelli (Lucci) , FReitas (Cravini).

Allenatore : Vacaru.