Incidente mortale, ieri mattina, a Biandrate: donna di 45 anni si schianta contro una chiesetta

Condividi sulla tua pagina social

Fonte: gornale on line di Novara e Provincia  OKNOVARA

BIANDRATE, 23 LUG – Ancora un tragico schianto dall’esito mortale, ieri mattina, sulle strade del Novarese. A perdere la vita, in quest’occasione, una 45enne residente a Biandrate, Albertina Ambrosoni. L’incidente si è registrato dieci minuti prima delle 8 nella zona della Cascina Marangana, lungo la strada che collega Ponzana di Casalino a San Pietro Mosezzo, ancora nel territorio di Biandrate. La donna, alla guida della sua Lancia Y, ha perso il controllo della vettura e, andando dritta in una curva, si è schiantata contro una chiesetta presente nella zona. La vettura ha sbattuto proprio contro le colonnette del portico, che, in parte, è caduto. La 45enne sarebbe deceduta sul colpo, proprio a seguito del crollo di parte della piccola chiesa: le macerie, infatti, hanno immediatamente coperto la vettura, lasciandola ridotta a un vero e proprio insieme di rottami. La donna, molto conosciuta a Biandrate, lascia il marito Antonio Novo (che, sentendosi male quando è andato a vedere il luogo del sinistro, ha dovuto essere portato via in ambulanza) e un figlio di 20 anni, Marco. Sembra che ieri la 45enne avesse appena dato un passaggio al marito al lavoro a Cameriano, mentre lei si stava portando alla Savit, azienda tessile di Novara. Purtroppo non c’è mai arrivata. Oggi sarebbe stato l’ultimo giorno lavorativo prima delle ferie. Sul luogo del sinistro, il 118, i vigili del fuoco di Novara e i vigili urbani, impegnati a ricostruire l’esatta dinamica dello schianto. Si tratta della quinta vittima novarese o del vicino Verbano sulle strade di Novara e della Lombardia negli ultimi sette giorni. Lunedì, a Pombia, era deceduto, investito da un’auto mentre usciva da un ristorante, un 81enne di Baveno, a metà settimana, nella Rianimazione del Maggiore, era spirata la donna di 76 anni rimasta coinvolta giovedì della scorsa settimana in un grave sinistro nella zona di San Pietro Mosezzo. A Cornaredo e a Turbigo, invece, venerdì erano deceduti una donna brasiliana di 31 anni residente in via Pontida, a Novara, e Alessandro Moretti, 34enne di Romentino.