Intervento di Antonio Costa Barbè sul tema “Il Web non è il Far West”, #workshop svoltosi a #Novara

Condividi sulla tua pagina social
AVVOCATO ANTONIO COSTA BARBE'

AVVOCATO ANTONIO COSTA BARBE’

Facebook è stato indispensabile per i miei contatti in tutto il mondo. La mia avventura è iniziata con gli amici musicisti nel 2008, potendo raggiungere persone di tutte le età con passioni musicali le più diverse. Facebook è diventato a mano a mano sempre più catturante, con il suo modo di promettere e offrire interazione (anche non richiesta) come il messaggio: “visualizzato alle ore”, che avverte l’altro utente che la persona contattata avrebbe letto il messaggio (e magari questa persona non ha ancora risposto e non risponderà) Tutto cio’ alimenta la ansietà e l’attaccamento dei soggetti al social network, come del resto già’ accade anche sui telefonini con Whatsapp e altre apps. Facile quindi che si scateni l’ ENTER emotivo: scrivo, posto, pubblico,batto il tasto ENTER con rabbia, e aspetto che accada qualcosa, incollato allo schermo o al display.

Le pagine di internet sembrano offrire libertà assoluta: protagonismo multidirezionale che raggiunge anche persone ‘passive’, che subiscono. I media amplificano: il ragazzo bullo rimane al centro della attenzione mediatica, senza poter interiorizzare e poi riflettere sui propri comportamenti. Venendo ad un caso recente ho guardato con attenzione il video della ragazza picchiata di Bollate. Purtroppo anche in questo caso è mancata in lei la consapevolezza di una possibile difesa. Intendo dire che se e’ vero che vi sia una emergenza educativa per prevenire gli atteggiamenti e comportamenti di cyberbullismo ritengo che ci sia anche una “emergenza educativa di consapevolezza” da offrire possibile alle possibili vittime, le quali debbono poter rendersi conto della situazione ed invece di alimentarla possono e devono DISORIENTARE i bulli: utilizzando il suono di un antivittima, scappando via etc.” Se la vittima realizza di potersi difendere e lo fa, anche i violenti cineamatori dei telefonini non la filmeranno e rimarranno a bocca asciutta.