La Russia nel piatto e non solo… a Origgio (VA) incontro tra arte e cucina

Condividi sulla tua pagina social

di Giovanni Marmina

unnamed (1)Conto alla rovescia a Origgio, alla periferia di Milano, per l’originale evento enogastronomico creato dal ristorante Villa Verde per celebrare il Natale ortodosso. Tutto pronto per la serata alla russa, che allieterà i palati di ospiti e commensali mentre l’artista internazionale Natali Grunska tornerà a dipingere i corpi di avvenenti modelle. In tavola prelibatezze e leccornie tipiche, preparate con maestria dal pluripremiato chef Simone Furlani, dalla zuppa Borsh (a base di verdura e carne) alla classica insalata russa, dal tradizionale Aspic di carne al meno conosciuto Gribami (sformato di funghi al forno), dallo Zrazy (gnocco farcito) al Plov (riso con carne e verdure), senza dimenticare antipasti, contorni e dessert tipici. Il tutto accompagnato da vini e vodka di ottima qualità.

Non è la prima volta che il ristorante dà vita ad iniziative di questo tipo. L’anno scorso, un ricco programma di eventi aveva animato le serate origgesi, suscitando l’attenzione di un folto pubblico proveniente da Piemonte e Lombardia. Da qui la decisione di replicare. “Anche per il 2014 proporremo eventi gustosi e originali a prezzi anti-crisi – promette lo chef – vogliamo creare qualcosa di diverso dal solito e in quest’ottica si inserisce la serata alla russa”.  A dare un tocco di originalità alle serate sarà proprio la direzione artistica di Natali Grunska, protagonista di prestigiose esposizioni in Europa e nel mondo.