LA VICINANZA DELLE ISTITUZIONI PER NON LASCIARE SOLI GLI ANZIANI

Condividi sulla tua pagina social

Natale San Francesco (1)Il Natale ha il sapore del divertimento e dell’allegria alla casa di riposo San Francesco di Novara, dove i quasi 200 ospiti della struttura diretta da monsignor Ernesto Scirpoli festeggiano con un calendario ricco di eventi e di iniziative. Ad animare i pomeriggi di festa ci sono Emanuela, Carmen e Lele, le famiglie e i dipendenti partecipano con grande entusiasmo.

L’ultimo evento ha visto protagonista il coro “Aurora” di Trecate, impegnato in un vasto repertorio di canti natalizi. Particolarmente toccante e suggestivo il momento dell’arrivo della luce di Betlemme, alimentata dall’olio di tutte le nazioni della terra e proveniente dalla grotta della Natività.

“Ogni momento di festa ci aiuta a riflettere sulle reali esigenze della terza età – spiega monsignor Scirpoli – chi vive in una casa di riposo rischia di sentirsi solo e abbandonato, soprattutto durante le feste. Abbiamo voluto mandare un messaggio di pace e di speranza, soprattutto in tempi difficili come quelli che stiamo attraversando”.

Un particolare segno di vicinanza è giunto dalle autorità politiche che hanno partecipato all’evento. Presente l’assessore alle politiche sociali del Comune di Novara, Augusto Ferrari. “I nostri amministratori sono chiamati a svolgere un ruolo di grande responsabilità nei confronti degli anziani – dice Scirpoli – devono rispondere in modo efficace ed immediato alle crescenti esigenze della terza età”.

Le iniziative alla San Francesco di viale Roma proseguono e sono in programma iniziative per Capodanno e l’Epifania.