LE AGEVOLAZIONI PER GLI INVESTIMENTI DEGLI ARTIGIANI PIEMONTESI

Condividi sulla tua pagina social
FONTE: WWW.IMPRESANEWS.IT SEGUITELI SU TWITTER @Impresanews

In Piemonte le aziende artigiane grazie alla legge regionale 1/2009 possono agevolare la realizzazione di nuovi programmi d’investimento.
In particolare gli artigiani è possibile finanziare l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, il miglioramento della capacità produttiva, la realizzazione di programmi di ricerca e l’introduzione di nuovi prodotti.

Il progetto di investimento non deve essere inferiore ai 25 mila euro.

L’incentivo concesso è un finanziamento agevolato che copre sino al 100% dei costi ammissibili.
L’agevolazione è rappresentata dall’erogazione di una quota di finanziamento con fondi regionali a tasso zero:

  • 70% dell’importo (purché non superiore a 150 mila euro) per le iniziative prioritarie,
  • 50% per quelle non prioritarie. Il resto è costituito da fondi bancari a tasso convenzionato.

Per essere considerata prioritaria un’iniziativa deve produrre ricadute occupazionali stabili, essere legata alla costituzione di una nuova impresa, essere avviata da un’azienda in possesso dei requisiti per accedere ai benefici della “sezione emergenze” o del riconoscimento di “Eccellenza artigiana”.

Le iniziative agevolabili devono consentire all’azienda di conseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • creazione di nuova impresa,
  • introduzione di nuovi processi produttivi,
  • miglioramento e innovazione di prodotto e di processo,
  • incremento delle prestazioni ambientali dell’impresa,
  • ottenimento di un sistema di qualità certificabile,
  • promozione dell’azienda sul mercato locale e nazionale e sui mercati internazionali,
  • avvio di progetti di ricerca e sviluppo.

Sono ammesse, tra le altre, le spese nella formazione del personale e i costi d’acquisto di macchinari, impianti e automezzi (allestiti con determinate attrezzature come gru, montacarichi e celle frigorifere), autoveicoli nuovi specifici per l’attività aziendale, hardware e software e servizi di consulenza.

Fonte: Eurocons – Settore Finanza Agevolata