Le attività della Polizia di Stato sui treni in Piemonte e Valle d’Aosta

Condividi sulla tua pagina social

4.244 persone controllate, di cui 1.113 stranieri, 142 minori e 1.029 con precedenti di Polizia. 13 gli indagati, 310 treni scortati , 111 i veicoli controllati, 30 i servizi lungo linea e 11 quelli di O.P. Tale attività è stata effettuata dalle 260 pattuglie impiegate nelle stazioni piemontesi, dalle 129 a bordo treno, dalle 16 pattuglie antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti a danno dei viaggiatori. Questi i risultati dell’attività settimanale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle D’Aosta.
TORINO – Porta Nuova
Gli Agenti del Settore Operativo Polfer del principale scalo torinese hanno denunciato un cinquantunenne italiano per danneggiamento ed uso improprio di un estintore della stazione di TORINO PORTA NUOVA Il reo è stato individuato attraverso la visione delle telecamere di videosorveglianza presenti in loco. Due persone di nazionalità sudamericana sono state sanzionate per evidente stato di
alterazione alcolica. Inoltre uno dei due è stato denunciato per rifiuto di generalità in quanto all’atto del controllo non esibiva nessun documento identificativo. Dopo aver esperito gli accertamenti di polizia, è stato, poi, messo a disposizione del locale Ufficio Immigrazione. Un giovane diciannovenne italiano residente nella provincia di Torino, è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio, furto aggravato e danneggiamento. Il ragazzo, salito a bordo di un treno regionale in sosta al binario della stazione di Porta Nuova, in attesa della partenza, ha scardinato dall’apposito contenitore il martelletto frangivetro in dotazione al convoglio ferroviario e danneggiato, poi, un finestrino. E’ stato immediatamente rintracciato dagli operatori Polfer ancora a bordo treno, i quali hanno proceduto, poi, nei suoi confronti. A causa del comportamento del giovane il treno ripartiva con circa 20 minuti di
ritardo.

Novara
Il personale Polfer ha denunciato un ventitreenne gambiano, perché all’atto del controllo era sprovvisto di documento identificativo e per aver fornito false generalità. Lo straniero, rintracciato all’interno del sottopasso ferroviario in tarda serata, è stato accompagnato presso gli uffici di polizia della locale stazione per l’accertamento dell’identità. All’atto del riscontro tramite il sistema SPAID, si è rilevato che il giovane durante il controllo a fornito agli operatori false generalità.
Alessandria
La Polfer in servizio presso la stazione ferroviaria, a seguito di segnalazione, ha rintracciato una donna affetta da gravi problemi psichici, a bordo di un treno regionale diretto a Torino.  La signora accompagnata negli uffici di polizia è stata successivamente affidata alle cure degli operatori del 118.
E’ stata, inoltre, denunciata una giovane studentessa residente nell’alessandrino, autrice del furto di un telefono cellulare dimenticato all’interno della tabaccheria di stazione. La proprietaria del dispositivo, anch’essa studentessa, ha riconosciuto l’autrice del furto, individuata anche grazie all’ausilio delle telecamere di sicurezza presenti all’interno dell’esercizio commerciale.