LETTERA SPONTANEA FEDERICO BINATTI, CONSIGLIERE COMUNALE DI TRECATE

Condividi sulla tua pagina social

foto sicurezzaDurante il Consiglio Comunale di ieri sera per la seconda volta consecutiva la maggioranza che sostiene il Sindaco Ruggerone non ha voluto affrontare l’emergenza sicurezza che affligge Trecate: in questo caso abbandonando l’aula e facendo mancare il numero legale, impedendo così la discussione dell’argomento.Tutti i Consiglieri della sinistra trecatese si sono alzati e sono andati via per non affrontare la mozione “Emergenza sicurezza a Trecate” che ho presentato con Andrea Crivelli, Giorgio Capoccia e Tiziano Casellino. L’Assessore competente era addirittura assente! Continuare a non rispondere ai problemi reali della nostra Comunità e negare l’evidenza affermando che i problemi di Trecate sono i giovani, i writers e coloro che disturbano la quiete pubblica (pazzesco!)… a che risultati può portare questa politica scellerata? Questi giochetti d’aula non ci fermeranno e continueremo con fermezza la Nostra battaglia consigliare affinché i Trecatesi non abbiano persino paura a fare una semplice passeggiata serale.

Federico Binatti
Consigliere Comunale di Trecate

Oggetto:    emergenza sicurezza a trecate, mozione a firma dei consiglieri crivelli, binatti, capoccia e casellino

I sottoscritti Consiglieri Comunali di Trecate Andrea Crivelli, Federico Binatti, Giorgio Capoccia e Tiziano Casellino

Vista

  • l’interrogazione prot. n. 37907 del 27 Novembre u.s. – a firma dei Consiglieri sottoscrittori della presente mozione e di oggetto “Sicurezza” – che codesta Amministrazione non ha permesso di discutere durante l’ultimo Consiglio Comunale per un mero errore di battitura e nonostante fosse esplicitamente richiesto “di inserire tale interrogazione a risposta orale nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale”;

Richiamati

  • l’articolo “Fermati dai carabinieri con la cocaina in auto” apparso su La Stampa del 9 Novembre u.s.;
  • l’articolo “Tenta di strapparle la collanina” apparso su Ticino Oggi del 9 Novembre u.s.;
  • l’articolo “Su sedici appartamenti, undici sono stati svaligiati” apparso sul Corriere di Novara del 10 Novembre u.s.;
  • l’articolo “E prima di cena va in scena… il furto in casa!” apparso su freenovara il 19 Novembre u.s.;
  • l’articolo “Aggredisce i carabinieri con una spranga” apparso su La Stampa del 20 Novembre u.s. e l’analogo articolo “Giovane rumeno alticcio al bar, aggredisce i militari”, apparso sul Corriere di Novara del 22 Novembre u.s.;
  • l’articolo “Ladri rubano telefoni e pc” apparso sul Corriere di Novara del 22 Novembre u.s.;

Considerato che

  • i fatti sopra riportati riguardavano il solo mese di novembre, dimostrando che le politiche di sicurezza portate avanti da codesta Amministrazione sono lacunose e insufficienti, incapaci di rispondere alle esigenze di cui un territorio complesso come la nostra Città ha bisogno;
  • i Consiglieri presentatori di questa mozione hanno a più riprese richiesto all’Assessore alla Sicurezza di farsi promotore di una politica fattiva di sicurezza e non fatta da proclami e apparenze;

Richiamato inoltre

  • l’articolo “Ladri fanno razzia di scarpe griffate” in merito al furto notturno al Centro Calzaturiero (La Stampa, 30 Novembre 2012);
  • l’articolo “Inseguito e aggredito sotto casa” (Free Novara, 4 Dicembre 2012) e l’articolo “Trecate rivive ‘Arancia Meccanica’. Pestato sotto casa da due vigliacchi (Ticino Oggi, 7 Dicembre 2012) in merito alla violenta aggressione subita da un sesssantenne trecatese in via Roggiolo alle ore 21.00 circa;
  • l’articolo “Armato di pistola rapina il Penny: rubati 200 euro” (Ticino Oggi, 7 Dicembre 2012) in merito alla rapina a mano armata compiuta da un uomo dal volto coperto nel pomeriggio del 3 Dicembre u.s.;
  • l’articolo “Va in fiamme il furgone dei panini. ‘È il secondo attentato in due mesi’” (La Stampa, 8 Dicembre 2012), secondo caso dopo quello avvenuto la notte tra il 16 e il 17 Ottobre u.s.;
  • l’articolo “Medie Trecate: lo trovano dentro… l’ufficio della dirigente scolastica” (FreeNovara, 7 Dicembre 2012) e l’articolo “Brutta sorpresa a scuola: un uomo in ufficio” (Corriere di Novara, 8 Dicembre 2012) in merito all’uomo che si è intrufolato all’interno delle scuole medie venerdì 7 Dicembre u.s.;

Ribadito che

  • comunicati stampa quale quello diramato da codesta Amministrazione ancora in data 21 Settembre u.s. dall’enfatico titolo “Sicurezza garantita a Trecate” – con dichiarazioni dell’Assessore alla Sicurezza in cui si enfatizza un intervento della Polizia Municipale nel “garantire alla giustizia” un pericoloso guidatore in stato di ebbrezza – vogliono dipingere come sicura una Città che, purtroppo, non lo è affatto e dipingere come efficiente una gestione della sicurezza che è al limite dell’ordinario, senza alcun elemento innovativo e senza che codesta Amministrazione vi dedichi le risorse che eventi come quelli recenti palesano quanto mai necessarie;

Sottolineato inoltre che

  • le linee programmatiche di codesta Amministrazione – come approvate da codesta maggioranza con deliberazione di Consiglio Comunale n. 30 del 29 Settembre 2011 – dedicano alla sicurezza una mezza paginetta nella quale si afferma testualmente quanto segue:

“Nell’ambito della prevenzione dei reati e per garantire maggiore sicurezza ai cittadini continueranno […] i constrolli del territorio al fine di contrastare efficacemente i fenomeni di illegalità, con particolare attenzione ai giovani, ai writers ed a coloro che disturbano la quiete pubblica o che creano pericolo per la cittadinanza, anche in relazione a comportamenti tenuti in violazione delle norme del codice stradale che minano la sicurezza della circolazione, in particolare guide senza patente, in stato d’ebbrezza, ad alta velocità e simili”;

  • che tra gli altri punti relativi alla sicurezza vengono citati “prostituzione, mendicità, rimorchi parcheggiati abusivamente, schiamazzi, inquinamento ambientale e animale e simili”;

Rilevato che

  • non si comprende cosa significhi indicare tra i “fenomani di illegalità” da contrastare i giovani;
  • soprattutto si evidenzia, purtroppo, l’azione a dir poco non incisiva sino ad ora attuata da codesta Amministrazione in materia di sicurezza, dettata da priorità incomprensibili, prive di qualsiasi sensata logica amministrativa, come, purtroppo, le linee programmatiche sopra ampiamente citate palesano in maniera inequivocabile;

Considerato che

  • non risulta ai Consiglieri presentatori di questa interrogazione che codesta Amministrazione, per tramite dell’Assessore competente, abbia fatto alcunché in più a seguito della discussione consiliare conseguente alla nostra formale segnalazione mediante interrogazioni della gravità che la problematica sta assumendo per la nostra Città;

Vista inoltre

  • la risposta prot. n. 38447 del 30 Novembre u.s. all’interrogazione sopra citata, nella quale il Sindaco afferma, tra l’altro, che “In merito alle varie notizie elencate nell’interrogazione, si fa notare l’enfatizzazione che i mass media dedicano alla città di Trecate che, pur non essendo ‘un’isola felice’, non pare molto diversa da altre di simili dimensioni”;

Ribadito infine che

  • le linee programmatiche in materia di sicurezza di codesta Amministrazione non sembrano adeguate e coerenti con quelle che purtroppo sono le problematiche della nostra Città, le quali richiederebbero politiche per la sicurezza ogni giorno più incisive e immediate;
  • codesta Amministrazione, anche dalle risposte fornite alle interrogazioni presentate sull’argomento a seguito dei numerosi fatti di cronaca che hanno interessato, negli scorsi mesi, la nostra Città, pare non intenda assumere nell’immediato alcuna iniziativa ulteriore e più incisiva per contrastare i preoccupanti fenomeni di illegalità che si susseguono nella nostra Città.

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

  • a predisporre un dettagliato e organico piano di interventi in materia di sicurezza per l’anno 2013, affinché le risorse disponibili non vengano sprecate in iniziative occasionali o a esclusivo scopo propagandistico-comunicativo;
  • a predisporre il bilancio previsionale per l’anno 2013 con un’adeguata attenzione al Settore competente;
  • a organizzare un’iniziativa pubblica presso il Teatro Comunale di confronto con la cittadinanza sul problema sicurezza, con il coinvolgimento della Comandante della Polizia Municipale, del Maresciallo della locale Stazione dei Carabinieri, delle Associazioni di categoria dei commercianti – indirettamente danneggiati da questa situazione di insicurezza – dell’Associazione Carabinieri e di tutti coloro che intendano partecipare e fornire un proprio apporto sull’argomento.

Con la presente si chiede di inserire tale mozione nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.

Trecate, lì 13 Dicembre 201

i Consiglieri