Lite in Via San Francesco: arrestato dalla Polizia di Stato un uomo per tentato omicidio

Condividi sulla tua pagina social

Alle ore 22.30 circa del 7 ottobre, venivano inviate in Via San Francesco due pattuglie della Polizia di Stato in quanto un residente segnalava la presenza di un gruppetto di extracomunitari, probabilmente ubriachi, che orinavano per strada, schiamazzando; le Volanti giungevano sul posto poco dopo, notavano in mezzo alla carreggiata quattro individui fermi, mentre un quinto sul marciapiede sinistro correva in direzione dei quattro; il soggetto in questione, alla vista delle due pattuglie, invertiva repentinamente il senso della corsa e contestualmente si abbassava e lanciava qualcosa sotto un mezzo regolarmente parcheggiato, tentando di allontanarsi in direzione di Via Ploto; veniva immediatamente fermato dagli agenti che rinvenivano, inoltre, proprio al di sotto del mezzo, un coltello a serramanico con lama in acciaio particolarmente affilata ed appuntita, la cui parte terminale presentava macchie di sangue, e un frammento di sostanza stupefacente.

Gli agenti, che nel frattempo avevano fermato gli altri quattro individui, si rendevano immediatamente conto che uno di loro, aveva la maglietta completamente intrisa di sangue, motivo per il quale lo stesso veniva fatto adagiare sul marciapiede, mentre i tre venivano fermati con l’ausilio peraltro operatori dell’Arma dei Carabinieri giunti nel frattempo in ausilio; l’aggredito, intanto, veniva condotto presso il locale nosocomio.

Le altre tre persone fermate, tutti originari del Marocco, classe  1985, 1979, 1988, residenti a Novara, riferivano che durante la serata due soggetti, connazionali (classi 1981 e 1995, con pregiudizi di polizia) avevano litigato a più riprese ricorrendo anche a percosse: in uno di questi momenti, quindi, l’aggressore aveva attinto il ragazzo tra l’addome e il petto con il coltello che cercava di fare sparire lanciandolo sotto un auto.

Per l’aggressione la Polizia di Stato procedeva all’arresto del soggetto resosi responsabile del reato di tentato omicidio. L’aggredito, curato presso il locale nosocomio, è giunto in codice giallo.