Messias decide lo scontro salvezza: contro l’Arzachena finisce 2-1 per il Gozzano

Condividi sulla tua pagina social

Di Alessandro Berardi

Il “fattore campo” spesso può essere importante per una squadra: ma per il Gozzano, le migliori fortune sono arrivate lontano dalle “mura amiche”, concludendo il girone d’andata come l’unica formazione ancora imbattuta in trasferta (su 21 punti ottenuti sinora, 13 sono arrivati fuori casa).

Ma a portare bene alla formazione del tecnico Soda è anche la Sardegna, dove i suoi ragazzi dopo aver battuto l’Olbia, hanno espugnato il campo dell’Arzachena, con il punteggio di 2-1.

I cusiani, grazie al risultato ottenuto ieri nel posticipo, tornano al successo, dopo più di un mese.

Gara combattuta, dove entrambe le compagini non si sono di certo fatte i complimenti in campo.

Dopo circa 7 minuti di gioco il Gozzano rischia di andare sotto: da un calcio di punizione, battuto da Trillò, sbuca di testa Baldan che prende il tempo ad Emiliano, ma la sua conclusione finisce alta sopra la traversa. Al 17’ è ancora l’Arzachena a rendersi pericolosa, con una conclusione di Arboleda bloccata da Casadei.

Al 33’ passa in vantaggio il Gozzano: un cross dell’esterno mancino Evan’s viene intercettato da Busatto, il quale, svirgola il pallone spedendolo incredibilmente nella propria porta.

Qualche minuto dopo è ancora la formazione piemontese a rendersi pericolosa dalle parti di Pini, con un tentativo del capitano Samuele Emiliano, che però viene respinto.

Nella ripresa, anche la squadra di casa prova ad alzare il ritmo di gioco per provare a recuperare lo svantaggio iniziale, ma è il Gozzano ad essere più in palla, con Messias protagonista: al 64’ recupera un buon pallone, ma non riesce a sfruttare al meglio l’opportunità. Dieci minuti dopo però, il calciatore brasiliano, trova la via del goal: è sua la conclusione vincente da centro area, arrivata grazie ad un corner di Evan’s. Per il numero 10 rossoblù, si tratta del secondo centro in campionato.

La compagine sarda, stordita dal doppio svantaggio, inizia a giocare con maggiore spensieratezza, trovando all’80’ il goal: da una punizione battuta da Casini, Ruzzittu anticipa Tumminelli e di testa, batte Casadei.

Una sola rete divide le due squadre a 10’ minuti dal termine delle ostilità, con la formazione di casa che prova il tutto per tutto, ma un super Casadei dice no in più di un’occasione e salva il risultato.

Per il Gozzano tre punti d’oro in ottica salvezza.

Soddisfatto il tecnico Soda: “Avevo chiesto maturità e personalità e i ragazzi hanno interpretato al meglio la gara”.

IL TABELLINO

Arzachena Costa Smeralda (3-5-2): Pini; Busatto, Baldan, La Rosa; Arboleda (73’ Manca), Pandolfi, Porcheddu (52’ Sanna), Casini, Trillò; Gatto (80’ Bruni), Ruzzittu. All: Mauro Giorico.
Gozzano Calcio (3-5-2): Casadei; Mané, Emiliano, Tordini (85’ Rizzo); Tumminelli, Messias, Grossi (64’ Gemelli), Palazzolo (58’ Graziano), Evans’; Rolando (58’ Rolfini), Libertazzi (85’ Secondo). All.: Antonio Soda.
Arbitro
: Repace di Perugia.
Reti:
 33′ Busatto (AG); 75’ Messias (G); 80’ Ruzzittu (A).
Ammoniti
: Tordini, Mané, Graziano, Casadei, Tumminelli (G).