Novara: 8 marzo tra gli anziani

Condividi sulla tua pagina social

Immagine

Un 8 marzo diverso dal solito quello targato Novara, dove alla casa di riposo San Francesco, una delle strutture più grandi della provincia, dipendenti e volontari hanno dato vito ad un’iniziativa davvero originale. Una sfilata in abiti d’epoca, voluta per sottolineare il significato storico della giornata. L’iniziativa, realizzata dalle allieve del settore moda dell’IPSIA Bellini di Novara, coordinate dalla professoressa Maria Angela Zarrilli, è stata accolta con favore da ospiti e personale della struttura. “L’8 marzo è una data storica – ha ricordato il direttore, monsignor Ernesto Scirpoli, che è anche inviato della Santa Sede all’Onu e all’Oms – sono passati oltre 100 anni da quando nel 1908 in una fabbrica di New York persero la vita 129 lavoratrici. Quella di oggi resta una data da ricordare, anche se abbiamo voluto dar vita ad un bel momento di festa. Un’iniziativa importante per le nostre ospiti, che hanno vissuto epoche ben più difficili”. Abiti in stile ‘800 dedicati alla principessa Sissi, con tanto di waltzer e sfilate tra le carrozzelle. E poi ancora capi d’abbigliamento dedicati alle varie stagioni del ‘900, accompagnati da musica rigorosamente a tema. Le allieve dell’Ipsia non si sono limitate a sfilare in salone, ma hanno portato un saluto anche agli ospiti costretti a letto. “Un’iniziativa unica – conclude Scirpoli – nel segno di quelle relazioni intergenerazionali che l’OMS colloca da tempo tra le sfide sociali della longevità umana”.