Novara – Al parcheggio con un coltellaccio, denunciata giovane italiana.

Condividi sulla tua pagina social

Alle ore 3 di questa notte la Squadra Volante, durante i consueti servizi di controllo del territorio, decidevano di controllare un’autovettura parcheggiata all’interno del parcheggio di un noto centro commerciale cittadino. All’interno del veicolo vi erano due giovani: un cittadino albanese classe 1984 ed una ragazza italiana classe 1988, entrambi incensurati. I due riferivano di essersi fermati per discutere ma la giovane appariva particolarmente nervosa alla vista dei poliziotti. Gli operatori, quindi, decidevano di procedere ad un sommario controllo del mezzo e degli occupanti. Grande sorpresa, per gli operatori, quando la giovane estraeva dalla borsa un coltellaccio di 32 cm, la cui sola lama misura oltre 20 cm. Alla constatazione della Volante sulla pericolosità dell’arma, la giovane si giustificava dicendo che il coltello le serviva per difesa personale. Il coltello veniva quindi sequestrato e la giovane deferita all’A.G. L’intervento operato ieri notte si inquadra in un’articolata attività di monitoraggio dei giovani e, in particolare, al contrasto della “moda” di girare armati; in settimana, per esempio, la Squadra Mobile aveva già operato il sequestro di uno sfollagente che un giovane di Novara deteneva nella propria autovettura. Da inizio anno, poi, sono stati numerosi sia gli indagati per il reato di porto abusivo di armi sia i sequestri di svariati oggetti atti ad offendere: coltelli, tira-pugni, sfollagenti, ecc.. Il possesso ingiustificato di tali oggetti, oltre che costituire reato, è estremamente pericoloso poiché prodromico alla commissione di gravi delitti contro la persona in occasioni di futili liti generate o amplificate dal consumo di alcool.