#Novara: Alessandro, sedicenne colpito da linfoma, costretto a recarsi a #Torino per eseguire la chemio terapia. L’odissea della famiglia nel nostro video

Condividi sulla tua pagina social

di Alessio Marrari

ImmagineAlessandro, sedicenne novarese, colpito da linfoma di Hodgkin, una patologia tumorale molto delicata, è stato costretto a dover affrontare la sua battaglia presso una struttura ospedaliera di Torino, ove sta eseguendo i trattamenti chemioterapici previsti. Lo sdegno dei genitori è elevatissimo, “sono stato costretto a minacciare denuncia presso il reparto, mio figlio aveva appena compiuto i 16 anni ed in pediatria non volevano ricoverarlo, in ematologia invece mi è stato detto che sotto i 18 anni non potevano assisterlo“, dichiara il papà prima delle riprese video “sono in possesso anche della prima diagnosi effettuata in pediatria a Novara, dove inizialmente davano il seguente esito: faringe roseo tumefazione molle del collo non linonodi palpabili bilateralmente rimanente eo nella norma, mentre a Torino ci hanno detto che, addirittura, il linfoma era visibile nella lastra.”

Per qualsiasi riscontro la famiglia di Alessandro è in possesso di tutte le documentazione e referti medici.

Come può essere possibile ricevere una diagnosi errata  il 24 giugno e dover aspettare il 30 luglio per sapere cosa avesse realmente mio figlio?” continua il papà, “queste malattie corrono rapidissime specialmente sui giovani!”

L’approfondimento è contenuto nel video pubblicato di seguito.