Novara – Contributi Affitti

Condividi sulla tua pagina social

Contributo AffittiScadono il 15 ottobre i termini per la presentazione della domande di sostegno alla locazione. Potranno fare domanda coloro che pagano un affitto e gli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica che si trovino nelle seguenti condizioni: che abbiano un reddito annuo lordo dell’intero nucleo familiare di 11.913,20 euro (rispetto al quale l’incidenza del canone di affitto sia superiore del 14%); che abbiano un reddito annuo non superiore ai seguenti limiti: 1 o 2 persone 13.350,10 euro; 3 persone 14.673,09 euro; 4 persone 17.078,51 euro; 5 o più persone 19.243,39 euro. Nel rispetto dei limiti reddituali previsti e sopraccitati, potranno beneficiare del contributo alla locazione le famiglie che abbiano nel proprio nucleo una o più persone anziane, persone invalide, famiglie colpite da provvedimento di sfratto esecutivo, nucleo familiare con almeno tre figli a carico, famiglie in cui un componente sia stato licenziato o colpito da cassintegrazione o mobilità per un periodo non inferiore ai sei mesi. Il Comune di Novara cofinanzia l’iniziativa, aggiungendo alla quota che verrà erogata il 5% del totale. “Il bando di sostegno alla locazione – spiega l’assessore al Patrimonio Matteo Marnati – rappresenta un importante contributo per le famiglie che si trovano in difficoltà e che devono fare i conti con il pagamento dell’affitto soprattutto in questo momento di profonda crisi per il nostro Paese. Oltre ai parametri previsti dalla legge regionale, abbiamo individuato altre specifiche realtà che potranno beneficiare, nel rispetto dei parametri economici imposti, del contributo”. Si aggiungono quindi alle categorie previste le famiglie composte da una sola persona di età non superiore ai 30 anni e residente a Novara da almeno 5 anni; giovani coppie (ossia che abbiano contratto matrimonio entro due anni dalla pubblicazione del bando e residenti a Novara da almeno 5 anni); donne sole con minori a carico senza assegni di mantenimento. “In questo modo, abbiamo voluto porre particolare attenzione alla realtà cittadina, favorendo i novaresi che, per diversi motivi, stanno attraversando un momento difficile. Ci sembra corretto intervenire attraverso l’individuazione di risorse che possano alleviare le difficoltà dei nostri concittadini”.