Novara: perseguitava l’ex fidanzata, la Polizia di Stato arresta uno stalker

Condividi sulla tua pagina social

Il contrasto ai reati in ambito familiare, ed ai connessi episodi di violenza di genere, è quotidianamente perseguito dalla Polizia di Stato, con azioni volte alla rapida messa in sicurezza di donne e minori vittime di comportamenti aggressivi.

Pochi giorni fa gli agenti della Squadra Volante della Polizia di Stato di Novara hanno arrestato un uomo per il reato di atti persecutori ai danni dell’ex fidanzata.

L’episodio è avvenuto nella serata di giovedì 2 luglio. Gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti per la richiesta d’aiuto di una ragazza (classe 1993) che, in grave stato di agitazione, si è recata presso l’ufficio denunce della Questura, ove segnalava la presenza dell’ex fidanzato (pari età, con precedenti di polizia) nei pressi della propria abitazione: lo stesso pare stesse tenendo degli atteggiamenti riconducibili a dei veri e propri atti persecutori, tanto che già durante la permanenza in Questura la ragazza riceveva numerosi messaggi sul telefono dai contenuti palesemente minacciosi.

L’immediata attività d’indagine, scaturita a seguito di denuncia, ha consentito di delineare come il predetto avrebbe reiteratamente molestato e minacciato la donna, spaventandola e cagionandole un grave e perdurante stato di ansia.

Gli agenti si portavano a casa della donna, ove di fatto constatavano la presenza dell’ex fidanzato che attendeva il rientro della donna appoggiato al portone dell’abitazione: pertanto veniva tratto in arresto, ritenuto responsabile del reato di atti persecutori, e su disposizione del Pubblico Ministero, accompagnato presso la casa circondariale di Novara.

Allo stesso è stata poi comminata anche la misura del divieto di avvicinamento alla ex fidanzata e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.