Novara: proseguono senza sosta gli interventi sulle alberature

Condividi sulla tua pagina social

Il settore giardini al lavoro per garantire qualità e sicurezza delle aree verdi

alberi 2Proseguono senza sosta gli interventi sulle alberate novaresi nella stagione invernale 2013-14 e comprendono sia vasti ambiti che interventi puntuali.

In particolare ad oggi sono state redatte 200 perizie di stabilità, sono stati effettuati 45 interventi di eliminazione dei rami bassi, potate 171 piante, mentre gli alberi abbattuti sono stati 87 di cui 7 a causa del Cancro colorato del Platano.

La scelta degli ambiti di intervento ha permesso di intervenire presso: Via Oleggio (Pernate), Via Nazioni Unite, Via XXVI Agosto, Bocciodromo scoperto di via Buonarroti, Viale IV Novembre, Via donatori di Sangue, Via Parini (San Rocco), Via Alfieri, Via Cartesio, Via Marconi, Parco Vittorio Veneto, Cimitero monumentale, Colonia Elioterapica Agogna, Via Biandrate, Via Sforzesca, Viale Volta, Baluardo Lamarmora e diversi complessi scolastici, solo per citare i principali.

I controlli di stabilità effettuati nella zona dell’ Allea per lo spostamento del mercato ha permesso di individuare due alberi che non rispettano i parametri di sicurezza, pertanto è sorta la necessità di effettuare due abbattimenti di Ippocastani.

Gli alberi sono stati analizzati con uno strumento specialistico, il resistograph; si tratta di un trapano di precisione che restituisce un grafico di densità del legno  da cui si deduce una forte destrutturazione dopo soli 4 cm dalla corteccia. Tale decadimento è generato da un patogeno fungino del genere Ganoderma, molto aggressivo in particolare su Ippocastano.

Sempre dai controlli effettuati sono sorte le necessità di messa in sicurezza di alcuni alberi tra cui l’Olmo nell’angolo tra via Biglieri e via Sanzio, drasticamente ridotto a causa di una carie basale, e la potatura con consolidamenti in chioma di un Tiglio ed un Ippocastano presso via Donatori di Sangue.

Tali interventi si rendono indispensabili a causa della forte frequentazione dell’area, in particolar modo dopo lo spostamento del mercato coperto.

«Per la prossima stagione – commenta l’assessore all’ambiente Giulio Rigotti – stiamo già programmando una piantumazione compensativa sia in questi ambiti che in diversi viali cittadini con l’obiettivo di dare continuità alle alberate esistenti».