Nucleo di Polizia Ambientale del Comando di Polizia Locale: in un mese abbandoni di rifiuti e violazioni per oltre ventimila euro

Condividi sulla tua pagina social

<<Tolleranza zero rispetto a questi comportamenti, che sfregiano il nostro territorio e che vanificano non solo i numerosi sforzi delle persone che lavorano a tutela del patrimonio ambientale e del decoro urbano, ma anche tutti quei cittadini che rispettano le regole e dimostrano con i fatti il loro amore per Novara>>.

E’ il commento dell’assessore alla Sicurezza Luca Piantanida dopo l’operazione svolta nel pomeriggio di ieri, martedì 23 luglio, dal nucleo di Polizia ambientale del Comando di Polizia locale.

Gli agenti hanno notato, in corso Milano, numerose persone attorno a un autocarro in sosta: nel cassone vi erano ammassati rifiuti derivanti da attività edili. Gli uomini della Polizia ambientale si sono quindi appostati per controllare il mezzo in attesa della sua partenza. Dopo circa quindici minuti, l’autocarro si è diretto in piazza Garibaldi ed è stato successivamente fermato dagli agenti in largo Buscaglia, dove, durante la verifica dei documenti, è stato accertato che il formulario di identificazione dei rifiuti non era stato correttamente compilato, presumibilmente con l’intenzione di eliminare parte del contenuto in modo illegale.

Al conducente del mezzo è stata contestata violazione ai sensi del Testo unico sull’Ambiente e gli è stata elevata una sanzione amministrativa pecuniaria.

<<Nell’ultimo mese – ricorda infine l’assessore – il nucleo di Polizia ambientale ha effettuato venti controlli di questo tipo, riscontrando purtroppo abbandoni di rifiuti e violazioni del Testo unico sull’Ambiente per oltre 20.000 euro>>.